Il Bologna dei giovani c’è, ma che succede a Skov Olsen?

Il Bologna dei giovani c’è, ma che succede a Skov Olsen?

Il danese è ancora indietro rispetto agli altri, adattamento e click mentale assente le possibile cause: gli serve tempo

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Giovani

Il Bologna dei giovani in emergenza ha retto strappando un punto prezioso contro l’Udinese. Lo ha fatto grazie alla leadership dei veterani e all’entusiasmo dei ragazzi della Primavera, Juwara e Baldursson bravi a subentrare con tempra mentale, lo ha fatto con le strategie tattiche dalla panchina e con una mentalità ormai chiara e netta che rende il Bologna una squadra con una identità ben percepita dai tifosi e dagli avversari. In tutto questo contesto di note positive c’è stata anche una nota più stonata di altre, ed è quella fin qui suonata da Andreas Skov Olsen.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy