senza categoria

Il gusto dell’orrido

Bologna da incubo, senza niente di decente e senza la giusta mentalità: ora che si fa?

Manuel Minguzzi

Ci è voluto coraggio, oggi, per guardare la partita del Bologna. Gusto dell'orrido allo stato pure restare col televisore acceso e assistere a una tale sequenza di orrori che nemmeno Dario Argento saprebbe imitare con così tanta fedeltà all'horror. Eppure i telecronisti di Dazn parlavano di tanta intensità. L'hanno vista solo loro. Il punteggio finale di 2-1 è una delle cose più bugiarde che io abbia mai visto, considerando tutte le occasioni avute dal Toro, le parate di Skorupski, la traversa e il resto. E il resto era fatto di intensità, sì, ma da parte granata, mentre il Bologna era liquefatto, anestetizzato, pallido e spaurito come un pulcino bagnato.