Difesa Bologna – E se i rinforzi fossero Medel e Tomiyasu?

Bologna concentrato sulla punta, il Covid toglie risorse e forse un centrale non arriverà: basteranno Tomiyasu e Medel?

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Solidità e concretezza

La sensazione vista nelle ultime partite del campionato scorso è che il Bologna non avesse le energie fisiche e mentali per pressare e restare compatto per un alto minutaggio. La squadra partiva forte poi calava e si sfilacciava, consentendo agli avversari di infilarsi nelle maglie di un pressing meno organizzato e compatto. Ecco perché serve ritrovare il Bologna pre-Covid, cioè quello capace di tenere ritmi alti e sostenere un gioco offensivo che, se interpretato non perfettamente, espone la difesa a rischi difficilmente arginabili. Tra il Bologna che passeggia sulla Roma all’Olimpico e quello che si fa calpestare dalla Fiorentina c’è troppa differenza per pensare che la verità sia l’ultima e non quella precedente. Se il Bologna riemergesse verso i suoi livelli probabilmente anche la compattezza di squadra migliorerebbe e così anche i dati difensivi, con Medel e Tomiyasu a dare una mano ad un reparto che aveva trovato in Bani un punto di forza non solo difensivo. Non vorrei, inoltre, si sottovalutasse troppo l’innesto di De Silvestri. L’altro giorno su Sky davano Liverpool-Fiorentina 1-2 del 2009 ad Anfield e indovinate chi era titolare nella viola? Proprio De Silvestri…In sintesi, con meno risorse a disposizione la soluzione interna diventa praticabile  e noi tutti speriamo sia sufficiente, pur auspicando sempre un nuovo rinforzo dal mercato per un reparto in sofferenza. Se non arriverà, ci saranno Medel e Tomiyasu: perché fasciarsi la testa prima di essersela rotta?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy