lo spunto

Vittoria di enorme fiducia e speranza

Manuel Minguzzi

Il calcio muta in fretta, un mese fa regnava il pessimismo e la sensazione di una salvezza addirittura a rischio mentre ora si respira nuova aria, nuova energia, qualche timido refolo di ritrovato entusiasmo. Domenica al Dall'Ara c'è un'altra partita importante e nessuno ricorda da quanto tempo il Bologna non vince quattro partite in fila e tre di fila in campionato. Ora si sente addirittura la possibilità di farlo e sembra incredibile se si pensa da dove venivamo e con quale terribile score avevamo quasi portato a termine l'anno solare 2022. Insomma, Motta ha trovato una via e la cosa buffa è che il Bologna appare ancora migliorabile, perché anche a Monza ha dato la sensazione di poterla vincere con maggior impeto rispetto al risultato finale. Banalmente, qualche dettaglio può ulteriormente essere sistemato. Ci può essere maggior convinzione e precisione negli ultimi metri, per esempio, si può pensare di trovare maggior qualità laddove ora Aebischer dà equilibrio, si può sfruttare tutto il potenziale di attacco con Barrow e Orsolini come esterni, oppure con Arnautovic e Zirkzee in coppia. Ovviamente il Bologna non è diventato da Europa e forse non è diventato da 52 punti, ma quantomeno i nostri animi si sono rasserenati rispetto alla posizione di classifica di due settimane fa. E quando si ritrova energia ed entusiasmo è bene cavalcare al massimo il momento. Fino a quando ce n'è e battendo il ferro caldo. Col Torino un'altra prova del nove.