lo spunto

Toglieteci tutto, pure la trasferta di Firenze

Il Bologna potrebbe perdere a Firenze per i prossimi trent'anni, a meno che il presidente non decida di stravolgere la strategia sportiva del club

Manuel Minguzzi

Anno 2060, il Bologna non vince al Franchi da 50 anni, l'ultima con il solito Gimmy il fenomeno. Rossoblù coriacei, grintosi ed energici, due pali incredibili e un rosso condannano la squadra di Mihajlovic nipote, allenatore preso per salvarci perché al 45esimo anno dell'era Saputo il Bologna non è ancora decollato. Il salto di qualità manca da mezzo secolo ma la società è solida e il nuovo Dall'Ara si farà tra tre anni, a quasi cento dall'ultimo Scudetto. Immagino così il nostro futuro se anche oggi, contro una Fiorentina tutto sommato abbordabile, il Bologna non è riuscito a uscire con qualche punticino da Firenze. Due pali incredibili, un rosso ingenuo, il solito balletto del portiere, esco o non esco, poi paro dentro la porta: il più piccolo di tutti si avventa e segna. Fiorentina a più tredici.