Mihajlovic e l’Europa: le ambizioni del club coincidono con quelle del tecnico?

Dopo Milano Mihajlovic ha parlato ancora di mercato e dell’esigenza di prendere una punta, lui che nel 2019 disse ‘per un decimo posto sto con mia moglie’

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Mihajlovic snaturato

La due giorni di Milano, riguardandola a posteriori, ha avuto contorni misteriosi. La talpa alla viglia, la difesa a tre a San Siro, i primavera buttati nella mischia, le giustificazioni finali. Probabilmente abbiamo assistito a un Mihajlovic inedito su alcuni punti, in particolare per un adattamento difensivo verso la squadra avversaria e, forse per la prima volta da quando è a Bologna, una sorta di resa al cospetto di una Inter ritenuta troppo superiore. Ma Mihajlovic non è questo, anzi la sua forza è sempre stata quella di aver creato un Bologna in grado giocarsela con chiunque. Certo, in attacco non aveva molte armi con Sansone, Orsolini e Skov Olsen fuori, ma l’ingresso di tanti ragazzi può essere stato visto come un segnale chiaro di fine delle ostilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy