lo spunto

L’anno che verrà

Bologna ancora in zona europea, la proiezione dice 61 punti ma alle viste una Fiorentina pericolosa: dove arriveremo?

Manuel Minguzzi

Sono due le cose che mi emozionano allo stadio, l'inno iniziale e le note finali di Lucio Dalla quando si vince. L'anno che verrà è tutto ciò che un bolognese e bolognista vorrebbe ascoltare al Dall'Ara, per un semplice motivo: significa aver vinto. Ecco, che oggi il Bologna sia a meno uno dalla Roma quinta e in sesta posizione a pari merito con Fiorentina e Juventus è qualcosa che mi spiazza, mi sorprende, non ci sono abituato. E per uno che da sette anni scrive e parla di salvezze tranquille, avere oggi una squadra in posizione europea mi pone seri problemi nell'affrontare l'argomento. Ci devo credere o mi sto illudendo?