Mercato – Inglese per gol ed esperienza, quella volta che fu vicino ai rossoblù…

La punta del Parma sarebbe l’eccezione di un mercato fatto di giovani

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il mercato di gennaio si avvicina, e la ricerca della punta diventa un tema sempre più attuale in casa Bologna. Mihajlovic la chiede dall’estate, e la società potrebbe decidere di accontentarlo con un profilo che al tecnico piace, Roberto Inglese.

Alcuni contatti tra i rossoblù e il Parma ci sono già stati, anche se il Bologna non è intenzionato a mettere soldi sul piatto, almeno non nell’immediato. Principalmente per tre motivi: la crisi causata dal covid, l’investimento dello scorso gennaio per Musa Barrow(che costerà circa 13 milioni più 6 di bonus) e le difficoltà di Inglese nelle ultime due stagioni, soprattutto dal punto di vista fisico. Lo scorso campionato il giocatore ha totalizzato 17 presenze e 4 gol, scontando però molti mesi ai box per infortunio, e quest’anno solamente 7 presenze e 0 gol, con Liverani che spesso non lo ha schierato per scelta tecnica. L’attaccante del Parma rappresenterebbe l’eccezione in un mercato votato esclusivamente a giovani di talento. Gli altri profili cercati dalla dirigenza, infatti, fanno tutti parte della linea verde: da Vlahovic a Cutrone, fino a Supryaga e Pellegri. Una maggiore esperienza in termini realizzativi potrebbe fare più comodo a Sinisa in questo momento. Inglese fu vicino ad approdare sotto le Due Torri qualche anno fa sotto la gestione Donadoni, quando il giocatore era reduce da due stagioni al Chievo, entrambe da doppia cifra.

Fonte-Carlino

Recupera Password

accettazione privacy