esclusive tbw

Santa Claus para guai

di Gionni Forlenza

Redazione TuttoBolognaWeb

Il Bologna che ha chiuso il girone d’andata con un secco 3-0 a Reggio contro il Sassuolo, ha fatto trascorrere ai tifosi rossoblu, questi giorni di Festa con gioia ed aspettative in attesa di riprendere il girone di ritorno per la prima volta nella storia della Serie A, non a specchio a campi invertiti. Per il derby che anticipava il Natale, il girone è stato chiuso col sigillo del nostro Santander, in arte Santa. E così il nostro Santa Claus dal Paraguay, ci ha messo al riparo da ogni guaio dopo che 3 sconfitte consecutive, avevano messo un po’ in discussione il buon girone disputato dalla squadra di Mihajlovic. Santa, da qualche partita, seppur a spezzoni, ha ripreso a trovare il campo e a rendersi utile alla causa come vice Arnautovic. I gol, devono arrivare anche dalla panchina e comunque, chi subentra, deve dare il suo contributo. Con i 5 cambi, ora anche la panchina, deve possedere qualità e non solo quantità. Il risultato era già acquisito a 30 secondi dal termine ma il gol del Ropero, ha indubbiamente avuto un suo perché e sarà sicuramente fonte di discussione fra i dirigenti se tenerlo fino a scadenza del contratto (giugno 2022), oppure se cederlo a gennaio, sfruttando anche la buona prestazione di Reggio. Si perché oltre al gol, ha distribuito assist ai suoi compagni, ha protetto qualche pallone ed ha sempre avuto le idee chiare su come muoversi in campo. Giocatore duttile che a Bologna ha trovato il muro quasi insormontabile di mister Mihajlovic e sai mai che proprio in extremis, Sinisa non abbia almeno in parte cambiato opinione sulle qualità non solo calcistiche del Ropero.