Bfc-Napoli, i migliori e i peggiori

Bfc-Napoli, i migliori e i peggiori

Da Mihajlovic a Saputo, da Santander ai tifosi: il meglio e il peggio di Bfc-Napoli

di Franco Cervellati

MIGLIORI – SINISA MIHAJLOVIC

30 punti in 17 partite e possibile decimo posto. Così, con le parole dell’allenatore, il mezzo miracolo è diventato capolavoro. Per me in realtà il miracolo intero era già stato compiuto. Allora rispolvero il “miracolone” evocato dal grande Romano Fogli quando tentà di raddrizzare la terribile stagione 1992/93, solo che allora non riuscì, anche perché allora la società non c’era più, mentre adesso per fortuna c’è ed è solida. Sul 2-2, contro un Napoli arrembante, coerente con se stesso dà il segnale che la partita la vuole vincere e mette in campo attaccanti anziché difensori. E infatti la parita la vince. Rimarrà? Pochissime chances: ritiene saldato un debito di dieci anni fa con la squadra e la città, ma uno spiraglio c’è. Pensi molto bene se altrove potrà ricrearsi questa magia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy