Virtus, Slaughter: “Possiamo fare qualcosa di speciale”

Virtus, Slaughter: “Possiamo fare qualcosa di speciale”

L’intervista al Corriere di Bologna del lungo Virtus

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Grande giocatore di basket, con enorme esperienza europea, ma anche appassionato di calcio. Ecco il ritratto di Marcus Slaughter al Corriere di Bologna:

“Indossare questa canotta è un onore – ha ammesso – Credo che possiamo fare qualcosa di speciale e vorrei entrare nella storia della Virtus. Ci sono giocatori di personalità ma il fulcro è il nostro coach. Dopo una settimana ho capito che è uno dei migliori allenatori che abbia mai avuto. Conosce il basket come pochi”.

Dopo una lunga esperienza europea, Slaughter è al servizio di una Virtus dalle ritrovate ambizioni: “Il momento migliore è stato l’Eurolega vinta col Real, ma ci sono state anche esperienze meno gratificanti. In Germania fui tagliato perché mangiai uno snack due ore prima della partita. Lo faccio sempre”.

C’è anche il calcio tra le sue grandi passioni: “Un giorno mi piacerebbe vedere una partita del Bologna. Io nasco come tifoso dello United perché c’era Ronaldo, poi lui passò al Real dove sono finito anche io e il cerchio si è chiuso. Cristiano è una bella persona, siamo diventati amici e il Real veniva spesso a vederci. Sergio Ramos ad esempio gioca benissimo a basket”.

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 12345678 - 3 anni fa

    Caro Slaughter, prova a chiedere, con tenerezza e discrezione, a Ronaldo, se viene a giocare a Bologna!
    Ah no, meglio di no, perché quel Donadonazzo lì, gli preferisce di sicuro o Palacio o Krejci…idiota.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy