Martini: “Anche nel basket si lavora al taglio degli stipendi, ma la situazione è complicata”

Le parole di Roberto Martini a Sport Today

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Taglio stipendi

Intervenuto ai microfoni di Sport Today, Roberto Martini ha discusso del taglio degli stipendi nella Serie A di basket: “Ho appena parlato con Virgilio Bernardi, il presidente dei procuratori di basket italiani. Siamo vecchi colleghi di tanti anni fa. Mi ha parlato dei tagli di stipendi nel basket. Per la Serie A2 c’è una proposta della Lega di una riduzione del salario del 30%, mentre i giocatori chiedono solo il 20% di riduzione sul salario annuo. Per la Serie A la richiesta è sempre del 30%. Sono percentuali molto simili con quelle del pianeta calcio. Mi ha poi sottolineato che in Serie A le proprietà decideranno però singolarmente, proprio come nel calcio, come comportarsi. I procuratori credono che le richieste siano leggermente eccessive. Per lui l’ideale sarebbe una spartizione equa del danno economico: vale a dire 4 mesi in meno, due a carico del giocatore e due a carico del club. Ci tengo a sottolineare che non tutti i giocatori sono dei Teodosic e che ad alcuni quei soldi servono per mangiare. C’è il rischio di ricorso al Tribunale in alcuni casi. La FIBA ha richiesto di trovare un accordo quanto prima tra club e società. La situazione al momento la vedo molto complicata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy