Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

basket

Il Derby numero 111 è bianconero: la Virtus batte la Fortitudo 76 a 70

Il Derby numero 111 è bianconero: la Virtus batte la Fortitudo 76 a 70

La Virtus vince il derby e si porta a 2 punti da Milano

Redazione TuttoBolognaWeb

di Federico Massari

Davanti a quasi sei mila spettatori la Bologna dei canestri si riempe di nuovo di cori, colori, sciarpe e bandiere per il derby numero 111 della storia. Alla Virtus Segafredo Arena la curva bianconera è colma in ogni ordine di posto, mentre i tifosi biancoblù fanno sentire il loro appoggio dallo spicchio riservato agli ospiti. I Campioni d'Italia hanno dovuto sudare le proverbiali sette camice prima di avere la meglio su una Fortitudo mai doma che, dopo la roboante vittoria contro Trieste la settimana scorsa, pare aver trovato la giusta via. Per la Virtus, oramai ai minimi termini per quanto concerne gli uomini a disposizione, un'altra pessima notizia che arriva dall'infermeria: per Sampson distorsione alla caviglia da valutare nei prossimi giorni.

CRONACA

Pronti via e la Virtus Segafredo Bologna scappa subito sul 7 a 0. Sul 9 a 2 bianconero (in due minuti) AntimoMartino vuole vederci chiaro e chiama il minuto di sospensione. La Virtus continua il suo monologo fino al +9. La Fortitudo si aggrappa alle triple e a metà del primo quarto riesce a rimanere a contatto. A tre minuti e mezzo dalla fine del quarto la Virtus smarrisce letteralmente la via del canestro, la Effe è brava ad approfittarne portandosi sul -2 (19-17) grazie alla coppia Groselle-Durham. Il quarto si chiude con la Fortitudo in vantaggio di un punto (19--20). In apertura di secondo quarto Alexander fa gol dall'arco (la Vu non segnava da quasi 5 minuti). La Fortitudo risponde colpo su colpo fino a quando la combo Jaiteh-Belinelli decide di mettersi in proprio andando a fatturare 8 punti consecutivi che portano al secondo tentativo di fuga bianconero (30-22). I biancoblù continuano a sparare dall'arco (anzi, tirano solo da tre) riuscendo a recuperare terreno e a rimanere a contatto (36-32). Scariolo chiama ancora timeout, Teodosic (dopo una stoppata ricevuta da Borra) rientrando in panchina tira un calcio a una sedia che vola fino alla prima fila del parterre. Il tempo si chiude con le Vu Nere in vantaggio di 3 punti (38 a 35). Da rimarcare la prestazione di James Feldeine autore di 14 punti con 4 su 4 dalla lunga distanza.

Inizio ripresa da stomaci forti, tra palle perse, rigori sbagliati e air ball da entrambe le sponde. Il primo canestro arriva dopo 2 minuti grazie a Sampson che subito dopo si fa male ed esce dal campo. Groselle è ufficialmente un fattore: 4 punti e una recuperata che portano la Effe a -2 (41-39). Nuovo blackout bianconero: la Fortitudo arriva a +8 grazie alla vena di PietroAradori. Due triple firmate Ruzzier e Alexander rimettono la Vu in carreggiata ed il quarto si chiude con la Segafredo in vantaggio (57-55). Gli ex di turno si scatenano: Belinelli e Ruzzier da una parte, Aradori dall'altra (62-62). La Virtus è nelle mani di Ruzzier, il triestino coadiuvato dall'altro che non ti aspetti, Alexander, porta punti pesantissimi a referto e fa girare la squadra. Aradori, ancora lui, con tripla e fallo riporta in parità i suoi (69-69). La partita è tesa e non si segna più. La sblocca Jaiteh con due tiri liberi (71-69). Durham dalla lunetta fa uno su tre. Milos dall'arco fa esplodere il palazzo. La Fortitudo sbaglia ancora dalla linea della carità. Jaiteh la chiude da sotto. La Virtus vince 76 a 70 e si porta a soli due punti da Milano sconfitta a Trieste.

TABELLINO

VIRTUS: Tessitori 4, Belinelli 12, Pajola 4, Alibegovic 3, Ruzzier 9, Jaiteh 10, Alexander 10, Ceron, Barbieri, Sampson 9, Weeems 5, Teodosic 8. All. Sergio Scariolo

FORTITUDO: Manna, Gudmundsson, Aradori 20, Mancinelli, Durham 12, Zedda, Procida, Benzing 4, Feldeine 17,  Charalampopoulos 2, Groselle 10, Borra 5. All. Antimo Martino

FOTO: Virtus Segafredo Bologna