Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

basket

Eurocup – La Virtus batte Venezia 90 a 84

Eurocup – La Virtus batte Venezia 90 a 84

La Virtus torna alla vittoria in Eurocup

Redazione TuttoBolognaWeb

Dopo cinque mesi di assenza la Vu Nera si ripresenta sul parquet della Virtus Segafredo Arena. Struttura che rievoca picevoli ricordi tornando con la mente alla serie scudetto vinta contro Milano. A cinque mesi di distanza da quel clamoroso 4-0, in Eurocup, la Virtus si trova davanti la Reyer Venezia di coach De Raffaele, squadra già incontrata e battuta nettamente in campionato appena un mese fa.

PRIMO TEMPO

La Segafredo chiude il primo quarto in vantaggio di 9 (24-15), grazie ad una distribuzione dei punti da parte di tutti i giocatori utilizzati da coach Sergio Scariolo, con un Isaia Cordinier in evidenza ed una tripla del redivivo Ty-Shon Alexander. Nella seconda frazione Venezia dopo due minuti di gioco dimezza lo svantaggio (24-20) obbligando Don Sergio a chiamare timeout. La Virtus si aggrappa dunque a Cordinier che, grazie alla sua atleticità, riesce a tenere su la baracca (dopo il festival degli errori andato in scena al minuto 14) e a mantenere i bianconeri con un vantaggio di appena 3 punti (27-24). Raggiunto il vantaggio dai lagunari (27-29), la partita si fa spigolosa e strabordante di interruzzioni. Il rientro in campo di Teodosic (tenuto in panchina per 10 minuti) fa respirare la Virtus che ritrova il vantaggio (31-29). Due falli di Daye (antisportivo+fallo) nella stessa azione procurano a Bologna 4 tiri dalla lunetta che Milos puntualmente trasforma. Grazie al possesso palla bianconero, non contento, il serbo spara pure una tripla: 7 punti in 10 secondi per il mago di Valjevo. Altri 3 tiri liberi di Teodosic chiudono il primo tempo con la Segafredo in vantaggio di 8 punti (45-37): da segnalare per Venezia i 10 punti di Michele Vitali.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre all'insegna di Jaiteh: stoppata, rimbalzo in attacco e due punti. Due triple consecutive firmate dalla coppia Weems-Hervey, e due liberi sempre dello stesso Weems portano la Virtus sul +20 (59 a 39). Venezia accorcia fino al -15  (61-46) grazie al solito Vitali che imbuca un'altra tripla. Questo calo di tensione non piace a Scariolo che chiama timeout. La Virtus esce male dal minuto di sospensione, Venezia infila un altro parziale di 5 punti e arriva a -10 (61-51). Controparziale Segafredo (4 a 0) per rimettere 14 punti di vantaggio (65-51). Vitali però non ci sta e continua segnare (19 fino a quel momento) tenendo in linea di galleggiamento i suoi. Il quarto si chiude con la V in vantaggio di 10 (69-59). L'ultima frazione si apre con una tripla di Vitali (22 per lui). La Virtus fa fatica sia in attacco che in difesa, sente il fiato sul collo di Venezia e lo spettro di Valencia è ancora limpido nella testa dei giocatori: i lagunari arrivano fino a -4 (72 a 68). 7 punti del solito Teodosic ridanno fiducia alla Virtus, ma Sanders con due triple consecutive rovina i piani di una nuova fuga bianconera (81-76). La Virtus negli ultimi 4 minuti stringe i bulloni della difesa e con pazienza riesce a riportarsi sul +6. Due tiri liberi sanguinosi sbagliati da Jaiteh e sucessiva bomba di Daye ridanno speranza a Venezia (84-81). Due punti di Hervey (26 per lui) e due di Teodosic (22) chiudono di fatto la partita sul punteggio di 88 a 84.

TABELLINO

VIRTUS: Tessitori 2, Cordinier 13, Mannion, Pajola 6, Alibegovic, Hervey 26, Ruzzier, Jaiteh 5, Alexander 5, Sampson 4, Weems 7, Teodosic 22. All. Sergio Scariolo

Foto: Virtus Segafredo Bologna