Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

basket

Basket finale scudetto – La Virtus batte Milano 75 a 68

Basket finale scudetto – La Virtus batte Milano 75 a 68 - immagine 1
La squadra di Scariolo si aggiudica gara 2

Redazione TuttoBolognaWeb

di Federico Massari

Il secondo round della finale scudetto 2022 se l'è aggiudicato la Virtus Segafredo Bologna, dopo una gara (soprattutto nel primo tempo) che ha visto l'Armani Exchange Milano far sudare ai bianconeri le proverbiali sette camice prima di aver la meglio e allungare la serie. Ora la sfida fra le due prime della classe si trasferirà al Forum di Assago (per le prossime due gare) con la certezza, per Bologna, di poter usufruire del calore della Segafredo Arena per almeno un altro match, giovedì 14 giugno.

CRONACA

La gara si apre con un airball dall'arco di Toko Shengelia. Il pubblico Vu comincia sin da subito a fischiare i possessi milanesi come se non ci fosse un domani. Hackett mette i primi due punti a referto poi si infortuna ed esce dal campo. Shavon Shields la mette da 3. La Virtus dall'arco è rimasta ancora a gara 1: dopo 4 minuti Bologna è 0-4. Milano si affida sempre al talento di Shields che, coadiuvato da Datome, Bentil e Rodriguez, porta i biancorossi a +9 (4-13). Jaiteh e Weems con 6 punti consecutivi ricuciono a -3 (10-13). Shields però non ne vuole sapere e con altri 4 punti riporta l'Olimpia a +5 (12-17). Weems insacca la prima tripla per Bologna (15-17) che viene accolta dai tifosi come un gol. Hall dalla linea della carità non sbaglia un colpo, mentre dall'altra sponda del fiume Shengelia firma uno 0-4 dolorosissimo. Nico Mannion a fil di sirena porta la Vu al primo mini intervallo sul -5 (17-23). All'inizio del secondo quarto Marco Belinelli sale in cattedra con 8 punti infilati che in un Amen permettono ai bianconeri di mettere il naso avanti per la seconda volta nel match (29-26). Daniel Hackett rientra in campo direttamente dagli spogliatoi. SergioScariolo si becca un tecnico per proteste reiterate. Gigi Datome è in serata di grazia e ogni pallone che tocca si trasforma in punti preziosi per il nuovo allungo ambrosiano (34-38). Un parziale di 4-0 (tripla di Teodosic e libero di Shengelia) negli ultimi due minuti consentono alla Virtus di portarsi all'intervallo in perfetta parità (38-38), nonostante il tragico 4-11 ai liberi.

Il secondo tempo si apre nel segno di Toko Shengelia. Il georgiano con 9 punti consecutivi è l'anima di una Virtus capace di raggiungere il massimo vantaggio (49-43). L'Armani Exchange nonostante la spallata subita non si scompone e con tre giochi da tre punti ritrova il -1 alla fine del terzo quarto (55-54). Scariolo in avvio di ultimo quarto conferma Alibegovic, Pajola, Sampson e Cordinier, oltre a Belinelli. Il secondo quintetto tiene botta soprattutto grazie ai tiri liberi di Alibegovic e Pajola che mantengono le Vu Nere con 3 punti di vantaggio (62-59). Jaiteh entra sul parquet e domina la scena con 5 punti che portano Bologna al nuovo massimo vantaggio della serata (69-61). Hall e Rodriguez sono gli utlimi ad arrendersi per Milano, ma la Virtus con Shengelia chiude gara 2 sul punteggio di 75-68.

TABELLINO

VIRTUS: Tessitori, Cordinier, Mannion 2, Belinelli 10, Pajola 7, Alibegovic 4, Jaiteh 11, Shengelia 22, Hackett 5, Sampson 2, Weems 9, Teodosic 3. All. Sergio Scariolo

OLIMPIA: Melli 5, Grant 3, Rodriguez 10, Ricci 1, Biligha 4, Hall 16, Baldasso, Shields 15, Alviti, Hines, Bentil 3, Datome 11. All. Ettore Messina