Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Carlino – Lamela resta il sogno di Sabatini

BOLOGNA, ITALY - OCTOBER 18:  Walter Sabatini technical director of Bologna FC looks in prior the beginning of the Serie A match between Bologna FC and US Sassuolo at Stadio Renato Dall'Ara on October 18, 2020 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

L'esterno del Tottenham è un pupillo di Sabatini ma l'operazione è complicata

Redazione TuttoBolognaWeb

Durante la sua carriera, Walter Sabatini ha sempre portato giocatori importanti nelle proprie squadre. Dalla Lazio alla Roma, passando per Perugia e Palermo: tanti calciatori lanciati che oggi sono stelle di primo piano del calcio europeo.

A Bologna, però, finora è mancato il nome di spicco, in grado di scaldere i tifosi: l'uomo mercato aveva già ingranato la marcia a gennaio, quando circolò il nome di Marko Arnautovic. "Era un nome che non doveva uscire e che purtroppo è uscito", ha ammesso Sabatini. Se ne riparlerà a giugno. L'obiettivo del ds è infatti portare un calciatore di spessore in grado di alzare il livello di qualità della rosa. Per questo, anche il nome di Erick Lamela, fatto dallo stesso Sabatini, non appare così campato in aria: Sabatini lo aveva portato alla Roma nel 2011 per 17 milioni di euro, rivendendolo poi al Tottenham 2 anni dopo per una cifra superiore ai 30. Gli ostacolo sono principalmente tre: il primo è dovuto all'ingaggio di 4,5 milioni. Troppi per le casse rossoblù. Il secondo è il costo del cartellino, anche se il contratto in scadenza nel 2022 potrebbe abbassare il prezzo a 10 milioni. Infine, l'aspetto tecnico: Lamela è nel pieno della sua maturità, milita in un top club europeo come il Tottenham, con il quale due stagioni fa ha anche disputato una finale di Champions League. Gli argomenti per vestirlo di rossoblù dovranno essere convincenti.

Fonte-Carlino

Potresti esserti perso