Carlino – Un mercato che potrebbe condurre al 4-3-3

Carlino – Un mercato che potrebbe condurre al 4-3-3

Le logiche di mercato potrebbero portare a un cambiamento tattico

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

E’ un dilemma quasi amletico, è meglio prendere il migliore secondo le proprie possibilità o qualcuno di più adatto ai dettami tattici prestabiliti? La risposta a questa domanda è affidata a Mihajlovic, chiamato ad orientare la società sul possibile nuovo arrivo per il centrocampo del Bologna. Piacciono molti giocatori, alcuni più adatti a giocare in un 4-3-3 che in un 4-2-3-1. E’ il caso di Ascacibar e Dominguez, i due connazionali nelle loro carriere hanno prevalentemente occupato la posizione di mediano davanti la difesa. Dominguez piace e non poco, ma c’è da battere la concorrenza di Celta Vigo e Udinese. Si monitora anche Ibrahim Sangarè del Tolosa, centrocampista ventunenne che abbina fisicità e qualità e sul quale già sono piovuti i paragoni con i recenti grandi del calcio africano: Essien e Yaya Touré. Sangarè ha una quotazione che si avvicina ai 15 milioni e nella sua carriera è stato impiegato maggiormente nel 4-2-3-1.

L’amichevole con il Villarreal potrebbe essere l’occasione per chiedere informazioni su Santiago Caseres (22), lo scorso anno nel mirino delle due principali squadre di Madrid e che invece quest’anno rischia di essere in uscita. Altri nomi rimangono sotto osservazione: Giannelli Imbula è fuori dai piani dello Stoke, ma su di lui c’è anche il Bruges. Continuano a far parte della rosa delle possibilità anche Jorrit Hendrix del Psv e Nikola Moro della Dinamo Zagabria, nonchè Sanjin Prcic. Lo riporta Il Resto del Carlino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy