Mihajlovic: “Non ho mancato di rispetto a nessuno e non volevo far soffrire i tifosi. Domani serve l’atteggiamento giusto”

Le parole del mister in conferenza stampa

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Incontro di ieri

Dopo una settimana in cui il calcio è passato in secondo piano a causa della vicenda legata al pullman del Bologna e alcune espressioni di Mihajlovic non gradite dai tifosi, il Bologna domani tornerà in campo e lo farà sul campo del Sassuolo. Ieri è arrivato il chiarimento con i tifosi e il mister rossoblù parte da questo punto:

“In questa settimana siamo rimasti concentrati e abbiamo preparato la partita, senza pensare al resto – ha esordito Mihajlovic – I tifosi hanno espresso quello che volevano chiarire a riguardo delle battute sul pullman e che nessuno è andato a salutarli. Io ho lasciato parlare loro perché volevo sentire cosa c’era da chiarire. Sono partito da una premessa che non mi aspettavo di dover chiarire delle cose con i tifosi del Bologna, mi sembrava assurdo per il rapporto che c’era e per quanto ci siamo dati. Quando due parti che si amano e si rispettano arrivano al punto di chiarire vuol dire che qualcosa non è stato capito e c’è stato un cortocircuito e a me dispiace molto. Non era mia intenzione né dei ragazzi farli soffrire. Ieri sono partito dicendo che non dovevo chiedere scusa perché non ho offeso né mancato di rispetto a nessuno, ma se ho sbagliato chiedo scusa come ho sempre fatto. Inoltre, sono uno straniero, ma questo per dire che sono cresciuto in un paese diverso e la mia cultura e il mio modo di pensare è completamente differente. Spesso le cose scherzose le dico in modo serio e viceversa e chi mi conosce lo può confermare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy