Si compone la mediana, in attesa di Matuzalem

Si compone la mediana, in attesa di Matuzalem

Bologna ad un passo dal comporre quella che può essere la sua mediana titolare. Lorenzo Crisetig si può considerare un giocatore del Bologna, mancano solo i dettagli relativi al rientro anticipato dal prestito biennale dal Cagliari all’Inter, ma l’entourage del calciatore spinge per velocizzare la situazione e presentarsi a Bologna il prima possibile per le visite e la firma. Non dovrebbero esserci intoppi. Affare neanche troppo oneroso per il Bologna che acquista il mediano in prestito con obbligo di riscatto legato alle presenze. Riscatto fissato tra i 4 e i 5 milioni di euro, una formula che consente al Bologna di differire i pagamenti non erodendo una parte sostanziale del budget di questa stagione. Lorenzo Crisetig, friulano classe 1993, sarà dunque il regista titolare, il giovane da affiancare – secondo le idee di Rossi – al più esperto Matuzalem. Con il brasiliano si tratta ancora per il rinnovo, ieri Fenucci ha parlato chiaro: “Corvino ha parlato con il giocatore, c’è a comune idea di proseguire ma ancora niente fumata bianca”. Probabile che si tratti solo di accordarsi sull’ingaggio, con Matuzalem che vuole tornare a cifre più importanti dopo aver accettato Bologna un anno fa a scatola chiusa.

 

Sembra imminente anche l’arrivo della mezzala fisica e possente. In questo caso si parla di Alfred Duncan, in uscita dalla Sampdoria. Mentre per Crisetig è fatta, per il ghanese occorre ancora lavorare con le trattative. Si tratta di trovare un accordo economico con la Samp anche se la base di partenza è buona. Prestito con obbligo di riscatto, il Bologna offre 4.5, la Samp chiede un milione di più. Vista la necessità di monetizzare da parte dei blucerchiati, è possibile che a breve arrivi l’intesa definitiva. In tal caso, la mediana a tre titolare sarebbe, di fatto, costruita. Crisetig in regia, Duncan e Rizzo mezzali con Zuculini pronto a rientrare in autunno. A questi quattro si potrebbe aggiungere Matuzalem. A quel punto mancherebbe solo un’altra pedina in modo tale da avere due alternative per ogni ruolo. Dopo la difesa, salvo clamorose uscite (vedi Oikonomou) praticamente già costruita – al massimo si farà una operazione nel ruolo di terzino destro se Ceccarelli e Garics venissero ceduti – il Bologna completa anche il centrocampo. Resta l’attacco, ma in quel caso (oltre a Defrel, sempre più vicino) si potrebbe dover aspettare l’uscita di qualche giocatore. Uno tra Mancosu, Acquafresca, Bianchi, Cacia e Paponi. Il Bologna prende forma, ora Rossi può avere materiale più concreto su cui lavorare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy