Lopez: “Non sono preoccupato, convinto di centrare l’obiettivo”

Lopez: “Non sono preoccupato, convinto di centrare l’obiettivo”

Al termine del sesto 0-0 ottenuto al Dall’Ara (nono in stagione), che fa scivolare il Bologna fuori dalla zona promozione diretta, l’umore in casa rossoblù non può essere dei migliori. Anche perché negli occhi c’è ancora l’incredibile palla gol capitata a Catellani, che all’ultimo respiro stava per firmare la più classica delle beffe: “Dobbiamo stare attenti, questi sono errori che non puoi commettere – esordisce Diego Lopez -. La squadra aveva voglia di fare gol, era l’ultimo corner, ma in questo momento non c’è bisogno di rischiare in così. Abbiamo rischiato anche a fine primo tempo, e non deve succedere”. Nonostante ciò, il mister ha visto una buona squadra: “Ad inizio secondo tempo abbiamo disputato minuti importanti, abbiamo avuto anche l’occasione con Krsticic ma non abbiamo segnato ed è un peccato. E’ stata una partita combattuta, così come ci aspettavamo, ed equilibrata con loro bravi in avanti”. Ha sorpreso molto la scelta iniziale di puntare sul trio composto da Sansone, Acquafresca e Mancosu: “E’ stata una scelta che ho fatto vedendo l’amichevole di metà settimana e provando il giorno dopo questo tipo di soluzione. Volevo cercare la profondità con Mancosu e la palla tra le linee con gli altri due che sanno muoverla molto bene. Sansone troppo lontano dalla porta? Secondo me tra le linee può far molto bene, sa muoversi e creare pericoli”. Adesso il Bologna è a quota 59, come il Vicenza che però è in vantaggio negli scontri diretti, e con il Frosinone che in caso di vittoria andrebbe al secondo posto: “Sono ottimista e non sono preoccupato, credo molto in questa squadra – ha detto il mister -, bisogna guardare avanti e tener duro, rimanendo concentrati perché si può ancora cambiare tutto in queste sei partite. Non riusciamo a creare come prima le occasioni, ma il girone di ritorno è sempre molto più difficile. Per quanto riguarda l’impegno però, io non l’ho mai visto mancare e infatti oggi la squadra ha cercato la vittoria in tutti i modi, non abbiamo fatto gol ma ci abbiamo provato”. Lopez che ha detto la sua anche su alcuni singoli e sull’infortunio accorso nel pre-partita a Gastaldello: “Gastaldello ha sentito indurirsi il flessore durante il riscaldamento e non ha voluto rischiare niente, e direi che Ferrari è stato bravissimo visto che non ha fatto nemmeno il riscaldamento e ha risposto bene contro due bravi giocatori come Catellani e Nenè. Sono soddisfatto della partita di Acquafresca, mentre Krsticic viene da un infortunio e non è facile tornare subito quello di prima e stare bene”. Il mister dunque vede il bicchiere mezzo pieno, e non perde le sue certezze: “Non temo contraccolpi, non temo niente, e sono convinto di centrare l’obiettivo. Bisogna rimanere concentrati, perché penso che sarà difficile fino alla fine e gli scontri diretti saranno importanti. Atleticamente la squadra sta bene, sono quattro mesi che continuate a dire il contrario ma io continuo a pensarla diversamente. Ovvio che si può far meglio, ma non sono preoccupato”.  A fine partita però, più di qualche fischio è piovuto dalle gradinate: “Oggi la squadra ha corso, ha fatto di tutto per vincere, e il tifoso vero apprezza queste cose.  I fischi secondo me sono pochi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy