LAZIO-BOLOGNA 2-1: FINALE

LAZIO-BOLOGNA 2-1: FINALE

Ritorno in Serie A dai due volti per il Bologna, che nel primo tempo subisce in lungo e in largo, va sotto di due reti ma poi accorcia col golazo di Mancosu, e che nella ripresa tiene ampiamente testa agli uomini di Pioli e, nel finale, va a un passo dal pareggio. Certo, decisivo un grande Mirante che ha tenuto a galla i rossoblù con almeno tre interventi decisivi, ma lo si è preso proprio per questo. Contro la terza forza del campionato scorso, confermata in blocco e con innesti molti intriganti come l’ottimo Kishna, oltretutto più avanti con la preparazione, il Bologna dopo lo scotto iniziale ha retto. Spunti per essere ottimisti ci sono, quindi, in attesa degli ultimi innesti che porterà questa settimana finale di mercato. Sabato prossimo al Dall’Ara arriverà il Sassuolo: saremo qui a raccontarverlo. Buona serata a tutti!

94′. LAZIO-BOLOGNA FINISCE QUI: 2-1 PER I BIANCOCELESTI

94′. Ultimo minuto, Destro guadagna un’altra punizione a metà campo. Diawara la spreca trovando direttamente Berisha.

91′. DOPPIA OCCASIONE PER IL BOLOGNA! Brienza in area cerca il secondo palo col mancino, respinto da un difensore. La palla si impenna e Brighi di testa prova a scavalcare Berisha, che si allunga e mette in corner. Sull’angolo nulla di fatto.

90′. QUATTRO MINUTI DI RECUPERO.

90′. Che numero di Destro a metà campo: tacco a dribblare Radu che lo stecca. AMMONITO RADU.

88′. Ultimi minuti di gioco, squadre stanche. Il Bologna non molla ma la Lazio può controllare.

83′. Non ce la fa l’ex Cagliari: DENTRO DIAWARA, FUORI CRISETIG. Ultimo cambio per Rossi, esordio in Serie A per il classe ’97.

80′. Problemi muscolari per Crisetig, probabili crampi.

79′. La fascia da capitano, intanto, è sul braccio di Rossettini.

77′. Gran scambio al limite tra Keita e Felipe Anderson: conclusione alta del brasiliano.

76′. Cataldi di controbalzo saetta un bel tiro: Mirante para in due tempi.

75′. SOSTITUZIONE PURE PER IL BOLOGNA: ESORDIO PER DESTRO, GLI FA SPAZIO ACQUAFRESCA

75′. CAMBIO NELLA LAZIO: FUORI CANDREVA, DENTRO FELIPE ANDERSON.

72′. CANDREVA SEMBRA MESSI: NE SALTA TRE, MA MIRANTE GLI NEGA IL GOL. Il numero 87 semina il panico sulla sinistra, saltando Oikonomou, Ferrari e ancora il greco, poi calcia a giro sul secondo palo: Mirante in tuffo tiene aperta la gara.

68′. AMMONITO MILONKOVIC-SAVIC, gomitata su Rossettini in un contrasto aereo.

67′. Prima conclusione in Serie A per Pulgar, senza però trovare la porta.

65′. Ovviamente si è svegliata la Lazio: Keita calcia forte dal limite, Mirante alza in corner a mano aperta.

65′. Kishna salta Masina sul lato destro dell’area, la sua conclusione però viene respinta da Oikonomou in scivolata.

62′. Ritmi nettamente più bassi in questa ripresa, il Bologna può uscire più allo scoperto. Come con Acquafresca che crossa in mezzo, decisivo l’anticipo di De Vrij su Mancosu.

61′. Secondo cambio laziale: DENTRO MILINKOVIC-SAVIC FUORI LULIC.

56′. Kishna a girare sul primo palo per l’inserimento di Lulic, anticipo decisivo di Oikonomou in scivolata a mettere in corner. Sull’esecuzione, fallo di Gentiletti proprio su Oikonomou.

55′. Cataldi sbaglia il passaggio a metà campo e lancia involontariamente Mancosu: l’attaccante si allunga troppo il pallone nell’uno contro uno con Gentiletti.

54′. AMMONITO BRIGHI per un tocco su Lulic lanciato. Primo cartellino della partita.

53′. Candreva torna a farsi vedere, di nuovo dalla distanza: tiro alto.

51′. Non ce la fa il capitano biancoceleste: DENTRO CATALDI, FUORI BIGLIA.

50′. Biglia a terra a centrocampo: probabile problema muscolare per lui.

48′. Ancora Keita, che sfrutta un’incertezza di Rossettini: tiro debole parato da Mirante.

47′. Keita è un peperino pazzesco: serie di finte sul lato sinistro dell’area e tiro sul primo palo, palla alta.

46′. CAMBIO NEL BOLOGNA: DENTRO PULGAR PER CRIMI.

45′. Finisce qui il primo tempo, Bologna sotto due a uno: partita incredibilmente ancora aperta.

Magnifico lancio in avanti di Brienza, Mancosu battaglia con De Vrij ed entra in area: gran sberla, traversa e gol. Mancosu, a secco in sei mesi di B, segna un gol stupendo all’esordio in Serie A: cla-mo-ro-so.

43′. MANCOSUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU! GOOOOOOOOOOOOOOOOOOL! IL BOLOGNA ACCORCIA LE DISTANZE!

42′. Ancora Keita, sempre Keita. L’attaccante si destreggia al limite e spara alto, ma che giocate per lui.

39′. Quando la Lazio parte in velocità, il Bologna soffre: Keita e Kishna possono fare male sempre.

35′. Qualche minuto di forcing del Bologna, altro spunto di Masina a sinistra che guadagna un corner. Non sfruttato, purtroppo.

31′. BASTA CERCA L’NCROCIO! MIRANTE VOLA ANCORA! Altra paratona del portiere, senza il quale il passivo sarebbe tremendo.

29′. Candreva di nuovo al tiro, da posizione defilata, e parata di Mirante.

27′. Brienza cerca la porta, la palla passa in mezzo alla barriera ma è centrale: Berisha blocca.

26′. Fallo subito da Mancosu da quasi trenta metri, vediamo se il Bologna riesce a rendersi pericoloso.

Azione simile a quella del gol di Biglia, anche se stavolta sulla sinistra. Cross di Candreva, la difesa non libera e la sfera arriva a Kishna sul secondo palo: controllo e rasoiata ravvicinata, due a zero.

23′. KISHNA! RADDOPPIO LAZIO!

22′. Lazio in pressing praticamente dall’inizio, il Bologna soffre parecchio.

20′. Acquafresca riceve palla sulla sinistra e si accentra: destro da trenta metri senza pretese, nessun problema per Berisha.

Altra azione sulla destra, Basta mette al centro dell’area dove c’è Keita: appoggio all’indietro fortuito dell’attaccante spagnolo per l’accorrente Biglia, che col mancino la piazza all’angolino. Nulla da fare per Mirante.

17′. BIGLIA! LAZIO IN VANTAGGIO!

15′. Secondo corner per la Lazio quindi: Kishna prova a sorprendere Mirante sul primo palo, fortunatamente senza successo.

14′. ANCORA CANDREVA! VOLA MIRANTE! Scambio dal corner, Candreva ritrova la sfera e si accentra: destro potente ma non angolatissimo, il numero in tuffo salva tutto.

13′. Keita spinge sulla sinistra, Ferrari mette in corner.

10′. CANDREVA DI TESTA! Fuori di poco! Kishna si disimpegna con destrezza e mette sul secondo palo: Candreva schiaccia di testa ma il pallone finisce sull’esterno della rete. Prima occasione della partita.

8′. Keita in percussione dall’angolo destro dell’area, la difesa libera. Azione, comunque, fermata per offside di Lulic.

5′. Risponde Radu sul lato opposto, ma Mirante blocca a terra il suo cross.

4′. Mancosu si muove sulla destra e tenta un tiro-cross: facile presa per Berisha.

1′. Gran spunto di Masina sulla sinistra, che salta facilmente Basta e mette in mezzo: Ferrari calcia alto dopo un rinvio corto.

1‘. FISCHIO D’INIZIO! BENTORNATO IN SERIE A BOLOGNA!

Squadre che scendono in campo sotto gli occhi di Antonio Conte, presente in tribuna. E dagli altoparlanti parte “O Generosa”, l’inno della Serie A composto da Giovanni Allevi.

Solo cinque i giocatori rossoblù dello scorso anno confermati in formazione: si tratta di Ferrari, Oikonomou, Masina, Acquafresca e Mancosu. Esordio assoluto in Serie A, invece, per Ferrari, Masina e Mancosu. Non è la prima volta di Marco Crimi, che vanta 95′ nel Bari annata 2010/11.

Due sconfitte nelle ultime due uscite rossoblù all’Olimpico: due stagioni fa, come ricordato, nella trentottesima giornata un Bologna già retrocesso venne battuto uno a zero in virtù di un rigore trasformato da Biglia. Nel 2012/13 andò decisamente peggio, a causa di un sei a zero che segnò il battesimo di fuoco di Dejan Stojanovic. Vittoria, invece, l’anno precedente: uno a tre grazie alle reti di Portanova, Diamanti e Khrin.

Sorpresa Crimi nell’undici iniziale di Delio Rossi, che sceglie subito il centrocampista arrivato dal Latina. Niente esordio invece per Mattia Destro, che partirà dalla panchina. BOLOGNA (4-3-1-2): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Crimi, Crisetig, Brighi; Brienza; Acquafresca, Mancosu. All.: Delio Rossi.

Non può contare sugli infortunati Marchetti, Klose e Djordjevic Stefano Pioli, che decide anche di panchinare Felipe Anderson: a parte Candreva, linea verdissima in attacco. LAZIO (4-3-3): Berisha; Basta, De Vrij, Gentiletti, Radu; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Keita, Kishna. Allenatore: Pioli.

Verona-Roma, intanto, la prima partita della Serie A, è terminata 1-1: vantaggio scaligero con Jankovic, pareggio di Florenzi.

“Il Bologna è tornAto Serie A TIM #openingday #LazioBFC”.

Ha scritto così il Bologna FC sui suoi account social nel pomeriggio di oggi, corredando la frase con la foto dello stadio Olimpico che vedete. Già: perché oggi, finalmente, #cisiAmo. Quindici mesi più tardi il Bologna ritrova la Serie A là dove l’aveva lasciata, nella capitale, per affrontare la Lazio versione Champions di Stefano Pioli. Una partita zeppa di emozioni, la prima di trentotto sfide che vedranno i rossoblù combattere per mantenere quella massima serie faticosamente conquistata al termine di un infinito torneo di Serie B. Tocca al Bologna, di nuovo, e TuttoBolognaWeb vi racconterà ogni istante di quello che accadrà sul verde dell’Olimpico. Sta per partire il Live, quindi, ma prima di partire un saluto e un ringraziamento a Luigi Polce, che ha curato questo spazio con passione nelle ultime due stagioni. A fra poco con le formazioni ufficiali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy