Bologna-Santarcangelo 3-0: doppietta di Brienza

Bologna-Santarcangelo 3-0: doppietta di Brienza

Ultima sgambata appenninica per il Bologna di Delio Rossi, che questo pomeriggio ha battuto tre a zero il Santarcangelo. Una partita durata solamente quarantacinque minuti, al termine dei quali le reti di scarto erano già tre: il secondo tempo è stata una corsetta sotto il sole battente per entrambe le formazioni.

Rossi deve rinunciare sia a Rizzo sia a Brighi, acciaccati, e con il neo arrivato Pulgar ancora non disponibile è costretto a inventarsi il centrocampo adattando Ceccarelli mezzala, con Crisetig e Silvestro a completare la mezzeria. In attacco Acquafresca (ancora capitano) e Cacia, supportati da Brienza, mentre tra i pali tocca a Da Costa: davanti a lui consueta linea a quattro con Masina, Oikonomou, Rossettini e Ferrari, provato nuovamente terzino destro.

Partenza morbida da una parte e dall’altra, è evidente che i carichi di lavoro si facciano sentire, tuttavia il Bologna dimostra di saper accelerare il ritmo. Brienza e Acquafresca, soprattutto, riescono a dialogare bene tra loro e non sorprende che il primo gol nasca da un loro scambio. Acquafresca salta di netto un avversario sulla sinistra e si porta sul lato corto dell’area, da dove appoggia indietro per l’accorrente Brienza che di piatto spiazza Nardi. È il 14’, e cinque minuti dopo ancora Acquafresca prova a battere in girata il portiere, senza successo. Passano solo centoventi secondi, però, e il Bologna raddoppia. Ferrari si porta in avanti e guadagna una punizione dalla mattonella perfetta per Brienza, che col mancino scavalca la barriera per siglare la sua doppietta. La resistenza del Santarcangelo è molto relativa, la difesa del Bologna non viene mai messa sotto pressione e, infatti, al 26’ arriva il tre a zero definitivo. È Acquafresca a insaccarlo, meritatamente, dopo uno spunto di Ceccarelli sulla destra: tocco all’indietro e il capitano infila Nardi da pochi passi.

Come già scritto, la ripresa sono stati quarantacinque giri di lancette a vuoto, durante i quali Rossi ha mantenuto per gran parte l’undici iniziale. Solo Mancosu e Maietta hanno giocato un numero significativo di minuti, il primo entrato al posto di Cacia (partito male, finito sufficientemente) e il secondo per Oikonomou.

Una partita con poco da dire, dunque, anche se il Bologna del primo tempo si è fatto apprezzare. Interessante Silvestro, ragazzo dai sette polmoni, mentre Crisetig è stato forse troppo timido. Ingiudicabile la difesa, in attacco le cose migliori sono state dei due marcatori. Però manca ancora tanto a questa squadra, e per la sfida di Coppa di venerdì dovranno esserci altri giocatori a disposizione del mister: evitare la debacle della passata stagione contro l’Aquila non sarebbe male.

BOLOGNA – SANTARCANGELO 3 – 0

BOLOGNA: Da Costa, Ferrari, Oikonomou (Maietta 61’), Rossettini (Garics 72’), Masina (Morleo 84’), Silvestro, Crisetig (M’baye 90’), Ceccarelli (Diawara 83’), Brienza (Cozzari 80’), Acquafresca (Paponi 74’), Cacia (Mancosu 61’). All.: Rossi.

SANTARCANGELO: Nardi, Venturini, Rossi, Petermann, Adorni, Capitanio, Toure, Romano, Guidone, Ilari, De Vena. All.: Zauli.

ARBITRO: Meraviglia (Donato-Abatantuono)

MARCATORI: Brienza 14’.21’, Acquafresca 26’

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy