Bologna-Avellino, le pagelle

Bologna-Avellino, le pagelle

BOLOGNA

Da Costa 6 – Rossi lo conosce e gli appone nuovamente i galloni da titolare. Sul gol deve stare a guardare, colpe non ne ha.

Ceccarelli 5.5 – Riscatta un primo tempo incerto con una ripresa molto propositiva: quasi tutti i pericoli vengono dalla sua parte. Sull’espulsione non brilla per lucidità, ma Zito mette in scena una vera pagliacciata.

Oikonomou 6 – Prende botte e talvolta le restituisce, all’interno di una partita tesa ma non impossibile.

Ferrari 5.5 – Poco lucido in più di un’occasione, oggi non è apparso eccessivamente affidabile. Graziato su un rinvio sbilenco nella ripresa.

Masina 5.5 – Sovrastato due volte da Ely su altrettante punizioni, fortunatamente le frustate del centrale irpino non trovano lo specchio della porta. Rivedibile anche in occasione del gol di Sbaffo, che lo taglia completamente fuori.

Casarini 6.5 – A mille per tutta la gara, la sua prestazione è sicuramente la migliore tra i padroni di casa. Attualmente intoccabile, il livello delle ultime uscite è costante.

Krsticic 5.5 – Match timido con qualche sprazzo di tecnica, che resta limpida. Per questo ci aspetteremmo di più.

Buchel 6.5 – Una meta e, per fortuna, un gol. Il primo tempo era stato incoraggiante, sciolto: questo Buchel può giocarsi il posto ogni domenica. Dal 75’ Bessa S.V.

Laribi 5.5 – Ritrova la posizione tra le linee, la sua prediletta, distinguendosi per un paio di strappi interessanti. Poco supportato però, sia dai compagni sia dalla condizione fisica. Dal 46’ Matuzalem 6 – Dà l’impressione di sapere sempre cosa vuole fare, sia in avanti sia dietro. Lo schieramento della ripresa, con lui in mezzo e Krsticic più avanzato, potrebbe dare frutti.

Mancosu 5 – Ancora una gara passata a girare a vuoto, infatti il primo tiro finisce sul taccuino nel recupero del secondo tempo. È vero che di palloni non ne arrivano, ma un po’ più di fotta non guasterebbe.

Improta 5.5 – Vederlo titolare spiazza ma neanche troppo, le voci erano girate in settimana. Leggero e poco produttivo, mette l’impegno sufficiente. Sufficiente, però, adesso non basta più. Dal 46’ Acquafresca 5.5 – In dieci minuti crea più di tutti gli altri attaccanti messi assieme, molto di più. Sul rigore dimostra personalità, tuttavia quel piattone sembra evidenziare alla perfezione le ansie di questa squadra.

Rossi 6 – A un allenatore che ne cambia due all’intervallo di solito si tira la croce addosso, ma non se l’allenatore in questione è arrivato da quattro giorni. Lo aspetta un lavoro arduo e il tempo a disposizione è poco: in bocca al lupo.

AVELLINO

Frattali 7 – Para il rigorino di Acquafresca: stipendio guadagnato.

Almici 5.5 – Non brilla nonostante i pericoli maggiori arrivino dall’altra parte.

Ely 6.5 – Buona gara del giovane brasiliano, che sfiora due volte il gol e non si fa sorprendere in difesa.

Fabbro 6 – Certamente un passo avanti rispetto all’ultima con il Pescara, con la collaborazione dell’attacco rossoblù. Dal 64’ Vergara 6 – Si segnala per una chiusura intelligente.

Visconti 6 – Si distingue per la percussione che porta al gol di Sbaffo. Dal 67’ Bittante 6 – Dai suoi piedi nasce il pericolo più evidente della ripresa per il Bologna.

D’Angelo 6 – Bella sfida con Buchel.

Arini 6 – Fallo da rigore a parte, partita di sostanza.

Zito 5Actor’s Studios sull’espulsione di Ceccarelli e nient’altro.

Sbaffo 5.5 – Se non avesse segnato non ci saremmo accorti della sua presenza.

Castaldo 5.5 – Impreciso il bomber.

Comi 5.5 – Sportella che è un piacere e si becca un giallo meritato, ma per il resto ben poco. Dal 57’ Mokulu 6 – Non ha occasioni per mettersi in mostra.

Rastelli 6 – Il suo Avellino tiene, in un’altra partita incoraggiante dopo la vittoria di sabato scorso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy