Mudingayi racconta Delio Rossi: “E’ un maestro, pretende sempre il massimo”

Mudingayi racconta Delio Rossi: “E’ un maestro, pretende sempre il massimo”

“Mi ha fatto diventare un calciatore vero”. Se Gaby Mudingayi è un giocatore di serie A, se ha potuto giocare la Champions da protagonista e ha sentito uno stadio come l’ Olimpico cantare il suo nome, gran parte del merito va a Delio Rossi.

Mudingayi spende parole dolcissime per il neo tecnico rossoblù, quasi come stesse parlando di un padre: “Alla Lazio mi ha preso per mano facendomi sentire subito importante, mi ha dato sicurezze e mi tolto tutte le paure. Per lui ogni suo giocatore è come un figlio.”

Figura fondamentale sia fuori dal campo sia per tutto ciò che riguarda l’ aspetto tecnico. Mudingayi definisce Rossi un professore di calcio, uno che sul piano tattico ti insegna dalla A alla Z, uno che pensa al calcio ventiquattro ore su ventiquattro.

“Mi ha insegnato a stare in campo -racconta l’ex rossoblù- mi ha dato quei concetti tattici che ti consentono di giocartela contro tutti. Ricordo che stava ore ed ore sul campo a far provare i movimenti e fino a quando non li facevi come voleva lui, andava avanti”.

Secondo il calciatore non sarà difficile, per i giocatori rossoblù, entrare in empatia con il mister. “Con Rossi l’importate è essere se stessi e capire che lui sta lavorando per te, anche quando alza la voce o ti fa battute taglienti per stimolarti. Atro aspetto fondamentale è l’allenamento, lui vuole che ci si alleni dando costantemente il 100%, pretende sempre il massimo”.

Mudingayi ha vestito la maglia rossoblù per quattro stagioni, ricorda Bologna con grande affetto: “Bologna per me è una casa dove sono stato benissimo, dove ho passato anni importanti sia come calciatore che come uomo, sono legato da tantissimi bei ricordi”.

Infine una previsione sul finale di campionato della sua ex squadra. “Il Bologna è poco intenso in partita? Vedrete che con Rossi le cose cambieranno, saprà tirare fuori quello che è mancato fino ad ora. Se i giocatori gli andranno dietro, Bologna alla fine potrà far festa”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy