Stadio – Mihajlovic non cambia filosofia, e ha alternative in ogni ruolo

Variano uomini ma non l’identità e il modulo

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

I tre infortunati di lungo corso, cioè Medel, Poli e Dijks, non faranno cambiare filosofia a Sinisa Mihajlovic.

Varieranno gli uomini ma non il sistema di gioco di Sinisa Mihajlovic che rimarrà ancorato al 4-2-3-1, in un modulo che ormai la squadra conosce a memoria nelle due fasi di gioco. Anche numericamente, nonostante le assenze, Stadio sottolinea come siano presenti alternative per ogni ruolo. In difesa Denswil può giocare terzino sinistro al posto di Hickey o centrale al posto di Tomiyasu, Mbaye può giocare a destra o centrale al posto di Danilo, mentre Calabresi può dare una mano sia in fascia che in mezzo.

In mediana Dominguez e Baldursson sono alternative a Svanberg, e Kingsley a Schouten, davanti regna invece l’abbondanza. Sansone e Vignato sono le riserve di Barrow, l’ex Chievo può sostituire anche Soriano sulle trequarti, a sinistra Skov Olsen è l’alternativa a Orsolini mentre come prima punta ci sono Palacio, Santander e Vergani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy