Serie A, domani giorno decisivo: riunione Figc-Comitato Scientifico, nodo positivi

Serie A, domani giorno decisivo: riunione Figc-Comitato Scientifico, nodo positivi

Il destino della Serie A appeso al protocollo sanitario: domani una giornata fondamentale

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Di fatto, domani potrebbe essere la giornata decisiva per il possibile ritorno del calcio giocato.

Si terra infatti una videoconferenza tra la Figc e il Comitato Scientifico, che supporta il Governo, per discutere del protocollo sanitario di sicurezza in caso di ripresa della Serie A. La Federazione ha già inviato una bozza al Comitato, ma servono ulteriori miglioramenti e aggiustamenti e domani su questo fronte si potrebbe avere un quadro più chiaro sulle possibilità o meno di una ripresa del campionato. In Germania la Bundesliga lavora e spinge per rientrare in campo a metà maggio, l’Italia spera di fare altrettanto a partire da giugno. Ma tutto, pare, passerà dalla giornata di domani. Uno dei nodi principali è ad esempio quello dell’eventuale positività di un calciatore. In Germania si pensa a isolare e mettere in quarantena il positivo ma continuare a giocare, in Italia invece non si può perché da Dpcm dovrà andare in quarantena non solo la persona positiva ma anche chi ha avuto contatti ravvicinati.

Qui nasce l’inghippo, perché a fronte di un positivo tutta la squadra dovrebbe fermarsi e quindi di fatto ci sarebbe l’impossibilità di continuare a giocare. Discorso diverso, invece, per le aziende, dove a fronte delle misure di sicurezza che dovrebbero essere presenti sui luoghi di lavoro (distanziamento sociale e mascherine) è possibile isolare la sola persona positiva e continuare la produzione. Nel calcio, ovviamente, è impossibile praticare il distanziamento sociale sul campo e indossare le mascherine durante l’attività.

m.m.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy