Minotti: “Questo Bologna ha dieci squadre più forti dinnanzi a sé. Santander? Al livello di Destro”

Lorenzo Minotti ha parlato del Bologna, pronosticando un possibile undicesimo posto in classifica

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Lorenzo Minotti, vice campione del mondo nel 1994, racconta le sue impressioni sul Bologna di Filippo Inzaghi al Resto del Carlino.

La prima domanda riguarda la sconfitta con la Spal:“Sicuramente partire bene avrebbe dato morale, ma non bisogna abbattersi, la partita è stata decisa da una prodezza. Piuttosto, Donadoni con le piccole non sbagliava mai e in questo modo è riuscito a raggiungere sempre la salvezza. Ad Inzaghi si chiede anche di regalare più emozioni ai tifosi”.

Sulla forza della squadra rispetto alla scorsa stagione, Minotti afferma:“Non so se sia più debole di quella di Donadoni. Il modulo è più facile da leggere, ma Inzaghi con il Venezia ha fatto vedere ottime cose. Manca Verdi che era colui che dava fantasia alla manovra. Danilo? Si è inserito a meraviglia, ma non mi stupisce”.

Sul Frosinone, prossima rivale del Bfc:”E’ una squadra che ha cambiato molto e Longo deve riuscire a fargli trovare un’identità. La partita contro l’Atalanta è stata a senso unico, il divario era troppo anche dal punto di vista della condizione fisica”.

Sugli obiettivi del Bologna, Minotti chiude così:“Ci sono dieci squadre superiori, i rossoblù possono piazzarsi subito dopo”.

Riguardo Santander, l’attuale giornalista ha le idee chiare:“L’ho visto giocare nelle coppe, lo conosco abbastanza. E’ un attaccante fisico, ma al livello di Destro. L’unico dubbio è la sua adattabilità al campionato italiano”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy