Il Bologna si butta via, vince il Cagliari 3-2

Il Bologna si butta via, vince il Cagliari 3-2

Bologna avanti con Santander su rigore, poi crollo nella ripresa

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Il Bologna si butta via alla Sardegna Arena. E’ arrivata la sconfitta per i rossoblù col risultato di tre a due in terra sarda nonostante l’iniziale vantaggio di Santander al 22′ su rigore. Tre gol nella ripresa condannano il Bologna alla sconfitta, tutti e tre nati ancora da errori o disattenzioni difensive. I felsinei erano andati in gol anche con Palacio, non convalidato per fuorigioco.

Il Cagliari approccia meglio la gara e al 9′ Joao Pedro tenta la girata di testa, palla a lato. Poi escono i rossoblù, al 21′ Joao Pedro atterra scioccamente Soriano in area dopo una percussione di Orsolini murata da Olsen: è rigore. Santander trasforma il suo primo gol in campionato. Segnato il gol il Bologna si fa preferire e sfiora il raddoppio al 29′ con un sinistro a giro di Orsolini che sibila a lato del palo. Il Cagliari si fa vedere invece al 34′ con una conclusione simile di Joao Pedro, il risultato è lo stesso. Partita aperta, con falle difensive da una parte e dall’altra e infatti il numero di gol aumenterà.

Nella ripresa i sardi partono subito fortissimo, il Bologna barcolla e capitola già al 49′: Joao Pedro riceve in area e gira di destro, Bani è in ritardo e devia il pallone ingannando Skorupski. Gli uomini di Mihajlovic patiscono il forcing sardo ma sfiorano il gol con una conclusione rasoterra di Santander che sibila alla destra di Olsen. A metà ripresa episodio da moviola: Sansone sfonda a sinistra, subentra Krejci che calcia verso la porta, Olsen è battuto e arriva Palacio – entrato per Santander – che di petto ribadisce in rete sulla linea di porta. Il guardalinee segnala offside dell’argentino, il Var conferma per un foglio di giornale, un’unghia di Palacio è in fuorigioco. Maran prova allora vincerla e mette Castro per Nandez, Tanjga sceglie Skov Olsen per Orsolini. Al 73’ l’episodio decisivo, palla profonda di Nainggolan per Simeone, Bani cicca completamente l’intervento e regala all’argentino il due a uno. Il Bologna esce dal campo, si espone al contropiede, ma è ancora un errore a regalare il terzo gol. Su cross di Pellegrini piattone destro di Denswil che lascia a Joao Pedro, 3-1. Nel finale il Cagliari si fa male da solo con un autogol in complicità tra Faragò e Olsen, ma non cambia le sorti del Bologna che non riesce a concretizzare nemmeno l’ultimo assalto. Ottavo risultato utile consecutivo per il Cagliari, Bologna rimandato.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy