Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Dove può arrivare il Bologna di Miha quest’anno?

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 22: Gian Marco Ferrari of US Sassuolo competes for the ball with Marko Arnautovic of Bologna FC during the Serie A match between US Sassuolo and Bologna FC at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 22, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

La stagione del Bologna è stata fin qui caratterizzata da un inizio di stagione a livelli altissimi, seguito da un leggero ridimensionamento. Proviamo ad analizzare l’andamento della squadra e capire quali sono gli obiettivi dei rossoblu,...

Redazione TuttoBolognaWeb

La stagione del Bologna è stata fin qui caratterizzata da un inizio di stagione a livelli altissimi, seguito da un leggero ridimensionamento. Proviamo ad analizzare l'andamento della squadra e capire quali sono gli obiettivi dei rossoblu, qual è la loro reale dimensione e dove possono arrivare a fine stagione.

 Il rendimento degli innesti estivi e dei veterani

Il calciomercato estivo ha regalato a Sinisa Mihailovic l'esperienza internazionale ed i centimetri di Marko Arnautovic che è un giocatore molto diverso da quello visto ai tempi dell'Inter. Infatti l'attaccante austriaco garantisce alla squadra centimetri, esperienza e personalità oltre al fiuto del gol. La conferma di Musa Barrow porta freschezza e velocità nelle azioni d'attacco, così come le alternative dalla panchina di Sansone ed Orsolini. Centrocampo e difesa puntellati nel mercato estivo stanno svolgendo un buon ruolo in fase di copertura, indispensabile nel gioco di Mihajlovic. In porta Skorupski, ormai abituato al campionato italiano, è una certezza nell'undici rossoblu. La formazione felsinea sembra essere omogenea e completa anche per quanto riguarda i cambi a gara in corso con innesti d'esperienza e di freschezza.

 L'obiettivo primario è la salvezza

Il primo obiettivo da raggiungere per la compagine bolognese è certamente il raggiungimento dei punti necessari ad una salvezza tranquilla e matematica, già prima delle ultime giornate di campionato. In questo senso la squadra di Mihajlovic sembra essere attrezzata e la classifica ed i risultati lo testimoniano. Il lungo corso del Mister serbo alla guida dei rossoblù sta dando i suoi frutti, come del resto è successo anche nelle ultime stagioni. Inoltre le squadre che si trovano nella zona retrocessione e che stanno attraversando momenti difficili per vari motivi, a meno di inverosimili ribaltamenti, non sembrano essere un reale pericolo per il Bologna che invece vive il suo campionato in un'atmosfera di serenità societaria. Determinanti saranno gli scontri diretti con le rivali vicine in classifica, così come sarà importante fare punti contro le squadre che si trovano attardate in zona retrocessione.

Oltre la salvezza c'è di più?

 Fin dove possono arrivare i rossoblu?

Di recente in un'intervista Mister Mihajlovic ha dichiarato che l'obiettivo della società è quello di piazzarsi nella parte sinistra della classifica, ovvero tra le prime 10. Tolte i primi 8 posti che molto probabilmente saranno occupati dalle sette sorelle (le milanesi, le romane, Juventus, Fiorentina e Napoli) con l'aggiunta della sempre più costante Atalanta di Gasperini, rimangono due posti per tenere fede a questo obiettivo.

Per questi due posti il Bologna se la dovrà giocare con il Sassuolo ed il ritrovato Hellas di Tudor che può contare su una stagione fin qui pazzesca del Cholito Simeone. Occhio però anche alla sorpresa della neopromossa Empoli ed al Torino del gallo Belotti. Queste sono le dirette rivali per il piazzamento dei rossoblu nella parte sinistra del tabellone. Il Mister serbo però non si accontenta e non vuole che lo faccia nemmeno la sua squadra, che dovrà essere ambiziosa e pensare in grande.

 Si può parlare di Europa?

L'ambizione che Mihajlovic vuole per la sua squadra non pone limiti ai risultati raggiungibili. L' Europa, magari la Conference League, è un obiettivo che necessita di costanza e di risultati. Tuttavia l'europa sembrerebbe essere un obiettivo difficilmente raggiungibile visto quanto è equilibrato il campionato di serie A questa stagione, ma sognare non costa nulla e solo i risultati diranno se questa formazione è pronta per un palcoscenico europeo e se dopo i tanti anni sotto l'ala di Sinisa Mihajlovic caratterizzati da stagioni più che soddisfacenti, la squadra sia pronta ad alzare l'asticella per quello che sarebbe un risultato inaspettato ma figlio di anni di lavoro.

Con qualche innesto a gennaio, magari, come raccontano le ultime notizie di Serie A, il sogno di rivedere in Europa il Bologna non è poi così remoto.