Covid 19 – A Bologna partiti i test sierologici sugli operatori sanitari

Primi test a Bologna per gli operatori di Sant’Orsola, Bellaria e Maggiore

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Come annunciato nei giorni scorsi dal commissario ad acta Sergio Venturi, sono partiti oggi i test sieroligici sugli operatori sanitari della provincia di Bologna. Lo scopo è capire quanti siano stati contagiati dal virus in modo asintomatico e quanti abbiano sviluppato gli anticorpi dopo aver sconfitto la malattia. Se il test sierologico è negativo l’operatore può proseguire il suo lavoro, se invece è positivo comincerà una trafila di controlli fino ad arrivare al tampone vero e proprio. Serve ad evitare il propagarsi di eventuali focolai nelle aziende sanitarie.

Sono già centinaia gli operatori testati in Emilia Romagna nel primo giorno di attuazione del piano. Lo screening è partito da Bologna con i primi test per i dipendenti di Sant’Orsola, Bellaria e Maggiore, più alcune residenze per anziani. L’idea è partire dai luoghi maggiormente esposti. Per quanto riguarda il Rizzoli, sono già stati effettuati i tamponi su 600 operatori.

Fonte: Bolognatoday

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy