Cor Bo – Il calcio non chiede aiuti economici ma strutturali

Cor Bo – Il calcio non chiede aiuti economici ma strutturali

Il Corriere di Bologna sulle perdite: “Interventi progettuali”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Sono ore concitate, non solo nella battaglia al virus.

Il calcio si lecca le ferite e conta i danni. Oggi alle 17 è prevista una riunione plenaria con Figc, Lega, Assoallenatori e Assocalciatori, si cercano soluzioni per uscire indenni da questa situazione di stop. Il sistema calcio deve reggere, ma rischia di fare i conti con gravi perdite economiche. Secondo quanto riportato dal Corriere di Bologna, il calcio non avrebbe chiesto alla politica aiuti in denaro ma interventi progettuali per consentire al settore di andare avanti e riprendersi in autonomia dalle perdite. Le decisioni sul calendario 2019/2020 avranno ripercussioni sul futuro, come ad esempio sulle date del prossimo calciomercato in cui i club hanno già messo in conto un giro di investimenti ridotto. Per quanto riguarda il Bologna alcune cose sono in sospeso: ci sono i contratti dei giocatori in scadenza il 30 giugno, serve una deroga per giocare oltre quella data, e le date dei ritiri estivi (il Bologna voleva tornare a Pinzolo) che potrebbero essere ridotti all’osso in vista della stagione successiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy