Carlino – Orsolini, Calabresi e Svanberg: semaforo verde

Carlino – Orsolini, Calabresi e Svanberg: semaforo verde

I tre giovani decisivi nella risalita del Bologna

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Che il Bologna stia provando a cambiare marcia lo testimoniano le prestazioni ma soprattutto i punti. Uno conquistato nelle prime quattro partite di campionato, 8 guadagnati nelle ultime 6. Ma oltre ai veterani, a cambiare le sorti della squadra sono stati anche i giovani.

Si parte da Calabresi, titolare nelle ultime sei in cui non ha perso neppure un minuto. Costato appena 150mila euro, il figlio del noto attore è ormai una bella scoperta, decisivo nel 2-2 col Toro, ma in generale sempre convincente sul rettangolo verde nonostante il rigore provocato domenica contro il Sassuolo. Poi c’è Orsolini, che con la difesa a 4 trova un ruolo più naturale rispetto al 3-5-2. Solo con la Roma è rimasto in panchina, da lì in avanti è sempre stato impiegato e con l’Udinese si è preso la soddisfazione del gol partita. Non ha invece segnato Mattias Svanberg, ma anche lo svedese è un valore aggiunto pur essendo giovanissimo, classe 1999. Titolare con Roma, Udinese, Cagliari e Sassuolo, col Toro è entrato nella ripresa contribuendo alla rimonta mentre a Reggio, se vogliamo, ha contribuito in minima parte ai due gol. Nascono entrambi su un corner da lui conquistato con due tiri dalla distanza.

Fonte: Resto del Carlino.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy