Carlino – I numeri della flessione del Bologna

Post lockdown, il Bologna segna, vince e corre meno

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Partiamo dalla fine: la stagione del Bologna è senz’altro positiva. I rossoblu hanno infatti 43 punti in classifica, la salvezza è già acquisita da tempo e per qualche settimana il club ha anche sperato di poter lottare per un posto in Europa League. La colonna di sinistra – l’obiettivo di inizio stagione – è molto vicina, e le prestazione sono state quasi tutte sopra la sufficienza. Se poi a tutto questo si aggiunge che per la prima parte non c’è quasi mai stato Sinisa Mihajlovic, allora è ovvio che l’anno del Bologna è di certo molto buono. Ci sono però stati parecchi alti e bassi, come ad esempio in questo post lockdown.

I numeri parlano chiaro: i bolognesi hanno avuto una netta flessione dal ritorno in campo. Nelle prime 26 gare, la squadra di Mihajlovic era 10^ in classifica con 34 punti (9 vittorie, 7 pareggi e 10 sconfitte), con 38 gol fatti e 42 subiti. Ciò significa che la media era di 1,3 punti a partita, con 1,46 gol fatti e 1,61 subiti. La media delle vittorie era quindi di una ogni 2,88 gare. Dopo il Coronavirus, però, tutti i numeri sono peggiorati. Il Bologna, che non ha ancora vinto in casa in queste 9 gare, è passato ad una vittoria ogni 4,5 match. Appena 10 gol fatti significano 1,1 gol a partita, a fronte invece della media di 1,77 gol subiti. Scende di conseguenza anche la media punti, 9 in 9 (1 tondo a gara). Il Bologna deve dunque risollevarsi in queste ultime 3 partite: Lecce e Torino al Dall’Ara, con in mezzo al Franchi la Fiorentina.

Fonte: “Carlino”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy