Carlino – Furbizia Bologna: Bani è stato un affare

Carlino – Furbizia Bologna: Bani è stato un affare

Minima spesa, massima resa: il difensore rossoblu ha guadagnato fin qui appena 250 euro ogni minuto giocato

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Minima spesa, massima resa: ecco la traduzione semplicistica di Mattia Bani. Il difensore centrale è arrivato a Bologna in estate per 2,7 milioni di euro, lasciando dopo due stagioni un Chievo appena retrocesso. Il ragazzo doveva essere appena il quarto centrale nelle gerarchie di Mihajlovic, ma tra cambi di ruolo e prestazioni non all’altezza da parte dei compagni si è preso il suo posto da titolare al fianco di Danilo. Bani ha mostrato grande concentrazione e personalità, portando alla causa anche addirittura 4 gol.

I minuti giocati rapportati al suo stipendio annuale, dunque, lo rendono un vero affare. Il numero 13 ha giocato fin qui in questa Serie A addirittura 1993 minuti, ed il suo ingaggio è pari a 500 mila euro: ciò significa che il Bologna ha finora pagato al difensore appena 250 euro per minuto giocato. Dietro di lui ci sono Tomiyasu e Danilo che, incassando rispettivamente 600 mila e 800 mila euro, ed avendo giocato quasi sempre, costano al club rossoblu solo 312 e 442 euro al minuto. Totalmente diversa invece la situazione per Dijks, che a causa degli infortuni ha percepito addirittura 2339 euro al minuto; molta spesa e poca resa anche per Medel e Santander, che costano rispettivamente 1454 e 1434 euro ogni sessanta giri di lancette sul campo.

Fonte: “Carlino”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy