Caos Cile, le parole di Medel: “C’è bisogno di pace”

Caos Cile, le parole di Medel: “C’è bisogno di pace”

Il capitano del Cile spiega i motivi che hanno portato la sua nazionale ad annullare l’amichevole contro il Perù

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

E’ grande caso in Cile. Il paese si è letteralmente scontrato con il governo. Le persone sono in strada da ottobre per protestare contro l’aumento dei prezzi, che ha reso la vita molto difficile ai cileni. Striscioni, slogan e guerriglia contro la polizia: secondo la cronaca, il Cile è ad un passo dalla guerra civile. Ecco quindi che la nazionale ha deciso di non scendere in campo questa notte nell’amichevole contro il Perù in programma a Lima, in segno di rispetto vero il proprio popolo. In prima linea, sul fronte dei manifestanti, c’è ovviamente il capitano della ‘Roja’, Gary Medel. Il centrocampista del Bologna, che rientrerà oggi in Italia, ha spiegato sul suo profilo Instagram i motivi di questa decisione.

Il post Instagram di Medel

“Come squadra abbiamo preso la decisione di non giocare la partita amichevole in programma con il Perù, come segno di attenzione verso il momento sociale che vive il nostro paese. Siamo giocatori di calcio, ma prima di tutto persone e cittadini. Sappiamo che rappresentiamo un paese completo e oggi il Cile ha altre priorità molto più importanti della nostra prossima partita. C’è una sfida più importante da giocare: quella della parità, di cambiare molte cose affinché tutti i cileni vivano in un paese più giusto. Sosteniamo le manifestazioni della nostra gente, ma senza violenza e senza feriti, sia dal lato dei manifestanti che delle forze dell’ordine. Il Cile ha bisogno di pace, ma non di dimenticare le richieste che hanno dato origine a questa sommossa”.

View this post on Instagram

a toda, la opinión pública, especialmente a los hinchas. Como equipo hemos tomado la decisión de no jugar el partido amistoso pactado con Perú, en atención al momento social que vive nuestro país. Somos jugadores de futbol, pero ante todo personas y ciudadanos. Sabemos que representamos a un país completo y hoy Chile tiene otras prioridades mucho más importante que el juego del próximo martes. Hay un partido más importante que es el de la igualdad, el de cambiar muchas cosas para que todos los chilenos vivan en un país más justo. Apoyamos las manifestaciones, pero sin violencia y sin heridos, tanto del lado de los manifestantes, como de las fuerzas de orden. Chile necesita paz, pero tampoco que se olviden las demandas que originaron este movimiento. #fuerzachile #elpueblounidojamasseravencido❤️

A post shared by Gary Medel (@gary_medel17) on

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy