Bologna, tutti con Mihajlovic: crisi solo di risultati

Le prestazioni ci sono state, ma per Mihajlovic è il peggior inizio non da subentrante

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Avanti con Mihajlovic e con la sua mentalità da rischiatutto, che non conosce mezze misure né prudenziali ravvedimenti tattici. Perché se battezzi che Sinisa sia il tuo pilota per i prossimi tre anni sai che dovrai prenderlo per quel che è: un allenatore coerente fino al rischio del supremo sacrificio nel portare avanti la sua idea di calcio’, inizia così il pezzo odierno del Resto del Carlino sul Sinisa Mihajlovic e la crisi di risultati del Bologna.

In effetti, le prestazioni ci sono sempre state, ma sono mancati i punti. Lo dicono le statistiche. Nelle sette stagioni in Serie A in cui il tecnico serbo è partito dall’inizio, il bottino raccolto dal Bologna di tre punti in cinque partite è il peggiore. Non solo, per ritrovare il Bologna con soli tre punti dopo cinque giornate bisogna tornare al 2015/2016 con Delio Rossi in panchina. Ma si va avanti per questa strada e questa filosofia, convinti che dopo le prestazioni arriveranno anche i punti. Se si vuole imputare qualcosa a Mihajlovic, sottolinea il Carlino, si può guardare alla spending review imposta dal club: il 2 agosto Sinisa aveva chiesto, centrale, terzino e punta, alla fine è arrivato solo De Silvestri.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy