Bologna-Southampton U23, Inzaghi: “I ragazzi vogliono farsi perdonare per lo scorso anno. Ora poche parole e molti fatti”

Filippo Inzaghi ha parlato nel post-partita dell’ultima amichevole svolta a Pinzolo dai suoi ragazzi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna ha battuto il Southampton Under 23 per 2-0, con reti decisive di Falcinelli su rigore e Cesar Falletti allo scadere del secondo tempo. Queste le parole dell’allenatore rossoblù Filippo Inzaghi nel post-partita, trasmesse da Bfc Tv.

“E’ stata una partita tosta, avevamo bisogno di un incontro del genere. Non era una gara semplice per il lavoro che abbiamo svolto finora sulle gambe. Ci siamo comportati bene, abbiamo subito avuto un paio di occasioni e nel secondo tempo abbiamo giocato meglio. Finiamo un bel ritiro, sono stati 17 giorni intensi; dobbiamo ancora migliorare, ma è giusto così”.

Sul suo metodo di lavoro, Inzaghi si è espresso così:“Ho cercato di portare quello che sono io, i ragazzi sono molto disponibili. C’è voglia di riscattarsi per quanto fatto vedere lo scorso anno, farsi perdonare dai tifosi. Ci sono tante squadre forti in A, dobbiamo essere organizzati e cercare di sopperire alla qualità tecnica differente ad altre squadre con il lavoro. I ragazzi hanno grande voglia, gli ho chiesto di prendere meno gol possibili e così è stato”.

Cosa c’è ancora da migliorare? “Bisogna ancora alzare l’asticella, mi piace la sfida di dover lavorare molto per far crescere questi ragazzi. Coppa Italia? Vogliamo andare avanti, dobbiamo farci trovare pronti per quella che sarà la prima partita ufficiale. Ringrazio il pubblico per il supporto, gli chiedo di avere un po’ di pazienza e di starci vicini. Il loro aiuto può fare la differenza”.

Sul mercato:“La società ha preso giocatori funzionali al progetto, al mio sistema di gioco. Dobbiamo valutare i nazionali, ma credo che siamo competitivi così. Se ci sarà un’occasione, qualcuno che può alzare la qualità, magari lo prenderemo, altrimenti resteremo così perché i nostri sono bravi e devono ritrovare l’autostima. Dobbiamo dimostrare con poche parole e molti fatti che possiamo fare bene”.

Sui pregi e difetti della squadra attuale:“La circolazione di palla è ancora lenta, ma i giocatori non possono essere brillanti ora. Le combinazioni le abbiamo provate, qualcosa si è già visto. C’è molta disponibilità, i ragazzi sanno che i tifosi e la società del Bologna meritano tanto. Dobbiamo dare il meglio e poi vedremo dove potremo arrivare, secondo me possiamo andare lontano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy