Bologna inesistente a San Siro, vince il Milan 5-1

Rossoblù surclassati dal Milan fin dai primi minuti, arriva il pokerissimo rossonero: 5-1 a San Siro

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Un po’ come Atalanta-Bologna dell’anno scorso. I rossoblù non sono scesi in campo a San Siro, per Mihajlovic qualche cambio di formazione, e il Milan ha dominato in lungo e in largo al cospetto di un Bologna fragile, senza idee e allo sbando: cinque a uno il risultato finale e ventinovesima partita con almeno un gol subito.

Per Sinisa Poli e Santander in campo dal primo minuto con Sansone largo nel tridente completato da Orsolini, fuori Palacio e Barrow, forse preservati per l’Atalanta. Il Milan infatti ruggisce subito e azzanna alla giugulare con un pressing ultra offensivo che non fa varcare la metà campo a un Bologna mai così in difficoltà. Già al 7′ Skorupski deve salvare su Hernandez, ma al 10′ il polacco capitola su centro del terzino francese e colpo mancino di Saelemakers per il primo gol in A dell’esterno. Gli attaccanti rossoneri sbucano da tutte le parti e al 24′ ci si mette pure Orsolini con un retropassaggio sciagurato che Skorupski non addomestica, si inserisce Calhanoglu per il raddoppio. E’ notte fonda per il Bologna che rischia di subire il terzo ma il palo salva il piattone di Kessie. Un timido squillo arriva al 44′ quando Tomiyasu in percussione scarica un sinistro nel sette che riapre i giochi, ma è una effimera illusione.

Nella ripresa, quando cioè il Bologna avrebbe potuto riprendere coraggio dopo la rete del giapponese, va anche peggio. Inspiegabilmente i rossoblù al 49′ stendono un tappeto rosso per l’incursione di Bennacer che trafigge Skorupski col sinistro, poi, otto minuti più tardi, marcature inesistenti al limite dell’area che consentono a Rebic di aggirare Tomiyasu e scaricare la mancina in rete per il 4-1. La partita è finita, per il Bologna girandola di cambi e dentro tutti i giovani, tra questi il giovane Baldursson si conquista una punizione a due in area ma Santander è murato da Donnarumma. E’ praticamente l’unica chance nella ripresa. Nel finale anche il quinto, addirittura con Calabria che sfrutta un assist del neo entrato Leao. Notte fonda a San Siro, martedì l’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy