Bologna, ecco i ricavi da sponsor, ma ogni partita a porte chiuse…

Il responsabile marketing Christoph Winterling ha illustrato la situazione a E’Tv

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna ha aperto a più di uno sponsor di maglia in questa fase di crisi post Covid. Non solo uno sponsor unico ma quattro: uno principale, uno nella parte alta della maglia, uno sulla spalla e uno sul retro. Mai il Bologna aveva derogato da questa scelta per preservare la maglia e non renderla troppo invasiva, ma la contingenza ha portato il marketing a prendere decisioni diverse.

Facileristrutturare, Scala, Selenella e Illumia sono i quattro partner che campeggiano sulla divisa 2020/2021, con un ricavato maggiore del 25% rispetto al passato. A snocciolare i numeri della nuove collaborazioni è stato il responsabile marketing Christoph Winterling a E’Tv: “Il valore della maglia era di 2 milioni di euro e con i nuovi sponsor siamo arrivati a 2.5 – le parole del dirigente – Non solo, come ricavi da sponsorizzazione siamo cresciuti negli anni da 6 milioni a 13, per noi un buon risultato”. Bene anche sul fronte pubblicità virtuale – si vede solo in tv – dove il Bologna è stato il primo ad utilizzarla nel mercato asiatico. Ma il Covid morde e le porte chiuse portano meno denari nelle casse, ogni partita è un segno rosso: “Con gli stadi chiusi perdiamo solo come zona ospitalità 150 mila euro a partita”, l’analisi di Winterling che però spera in una nuova riapertura. Lunedì al Dall’Ara entreranno in mille e saranno inviti a partner del Bologna e operatori sanitari che hanno combattuto il Covid. E se si riaprisse maggiormente? I privilegi su servizi e prezzi saranno ovviamente riservati agli abbonati.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy