Biasin e il regolamento: “Chi l’ha scritto voleva…”

Il collega, nel suo editoriale su Tmw, commenta il rigore non dato al Bologna

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Fabrizio Biasin ha affrontato l’argomento De Ligt tocco di mano nel suo consueto editoriale del martedì su Tuttomercatoweb. Con il suo solito umorismo, il collega ha criticato la scrittura del regolamento. Ecco lo stralcio del suo articolo.

“La faccenda “rigore non dato al Bologna in Juve-Bologna” è grottesca per due motivi. Il primo: non è rigore, lo dice il regolamento. La seconda: tu – giornalista, tifoso, interessato qualunque – vai a leggere il suddetto regolamento (si trova ovunque) e a un certo punto non puoi far altro che pensare che chi l’ha scritto volesse in qualche modo prendere tutti per il culo, arbitri compresi. Cioè, non si capisce una fava, è scritto in avvocatese, complica la vita a chi lo legge e, soprattutto, a chi lo deve applicare. E in ogni caso (non nel caso-De Ligt, quello non era rigore) lascia spazio all’interpretazione soggettiva. Ma possibile che invece di semplificare riescano sempre a fare l’opposto, ovvero complicare le cose? E poi, porca miseria, chi scrive i testi, il Mascetti di Amici Miei?”.

L’editoriale completo QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy