Avanti tutta!

Avanti tutta!

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna, dopo aver “sbancato il San Paolo”, stasera alla Dacia Arena tenterà di passare il turno di Coppa Italia ai danni dell’Udinese. Ironia della sorte, qualora si dovesse andare avanti, ci sarebbe ancora la Juventus come ostacolo successivo. Ovviamente, semplice coincidenza, però si potrebbe studiare un regolamento da non dover trovare lo stesso avversario per 2 anni di seguito.

Le parole di Sinisa nella conferenza stampa di venerdì scorso, sono entrate profondamente nella testa dei giocatori e non solo. Ha fatto capire senza troppi giri di parole che se lui è riuscito a dare il 110% anche con 40 di febbre, i giocatori sarebbero stati tenuti a dare il massimo essendo peraltro anche in ottime condizioni (infortunati a parte). Invece molti giocatori non hanno reso come sperava e come si sperava. La partita di domenica sera contro il Napoli non è stata tra quelle da incorniciare sia inteso; troppi errori tecnici da ambo le parti, partita spesso giocata a ritmi lenti. Però si è visto un Bologna che quando c’è stato bisogno di abbassarsi lo ha fatto e quando c’è stata la possibilità di alzarsi e andare a far male, lo ha fatto. La solita amnesia di fine gara per poco non costava al Bologna altri 2 punti, poco male che, in maniera forse quasi casuale, Llorente al momento del lancio, sia partito con la spalla in fuorigioco.

Stasera a Udine, spazio a chi ultimamente ha giocato meno ma senza per questo non offrire una formazione all’altezza. Da Costa fra i pali al posto di Skorupski, Mbaye a destra, Danilo e Corbo centrali, Krejci a sinistra. A centrocampo giocherà sicuramente Medel visto che in campionato dovrà saltare Bologna-Milan per squalifica. Sarà affiancato da Poli. Schouten, non al meglio, dovrebbe partire dalla panchina. Svanberg come vice Soriano e davanti, da destra verso sinistra, dovrebbero giocare Skov Olsen, Destro e Sansone con Orsolini e Palacio pronti a dare il cambio a partita in corso. L’Udinese è una squadra molto fisica, difficile da affrontare. Il Bologna già all’andata l’ha sofferta parecchio. Dovrà cercare di non giocare troppo addosso all’avversario. Per certi versi dovrebbe interpretare su per giù la stessa partita di Napoli. Avanti tutta per ritrovare la Juve e solo dopo le 23, si penserà al Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy