Basket: sconfitte V ed F. Ramagli: “Più di così non si poteva fare”. Pozzecco: “Senza fisicità non si va da nessuna parte

Si complica la corsa playoff della Virtus, Fortitudo seconda e nella parte bassa di tabellone

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

VIRTUS-VARESE 69-71

Cade ancora in casa la Virtus. Dopo la sconfitta con Cantù ne è arrivata un’altra contro Varese che complica la corsa playoff della squadra di Ramagli. V a lungo a comandare nella gara con vantaggi anche vicini alla doppia cifra, ma la squadra ridotta all’osso ha dovuto accusare il colpo nell’ultimo periodo quando la benzina è finita. Parziali: 22-18; 36-28; 52-47; 69-71. Nel finale succede di tutto, la V sotto 61-68 ritorna a meno due e ha la palla della parità con Lafayette che sbaglia, Varese non chiude con i liberi di Larson e getta via la palla consentendo alla V l’ultimo possesso da 90 centesimi di secondo. Lancio per Slaughter a cui però non riesce l’appoggio della parità. Ramagli: “Siamo andati vicini alla vittoria giocandola fino all’ultimo tiro – ha affermato – Alla squadra non si può imputare niente perché questi ragazzi hanno sempre dato il 110% e ho detto loro che un campionato non è una gara di velocità ma una maratona in cui si debbono accettare delle sconfitte sul percorso. Serve rimanere positivi. Nel finale eravamo in debito di energia e di più non si poteva fare, ma non mi appello certo a questo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy