Viareggio: Bologna sconfitto dal Genoa

Viareggio: Bologna sconfitto dal Genoa

Il grifone batte il Bologna nella seconda giornata del gruppo 7 della Viareggio Cup e si qualifica agli ottavi. I rossoblù si giocheranno tutto domenica contro il Rijeka in una partita da dentro o fuori.

Genoa più forte del Bologna. Nella seconda giornata del gruppo 7 della Viareggio Cup i ragazzi di Colucci escono sconfitti per tre a uno dal Genoa seppur con qualche recriminazione. Il risultato consente agli uomini di Stellini di guadagnarsi qualificazione e primo posto, per il Bologna sarà decisiva la partita di domenica contro il Rjieka.

Primo tempo avaro di emozioni fino al vantaggio genoano firmato Raul, abile a deviare una conclusione di Coppola da fuori. La posizione dell’attaccante è dubbia, con Sarr proteso in tuffo e impossibilitato a reagire in tempo utile. Il Bologna fatica a giocare il pallone e si affida al lancio lungo su Persano con pochi risultati. Poi, al 35′, Tazza conquista una bella palla sulla trequarti, galoppa sul fondo e mette in mezzo dove Saporetti di piatto pareggia i conti. Neanche il tempo di festeggiare che il grifone torna avanti, Corsinelli si beve tre difensori in area e trafigge Sarr di sinistro. Stessa identica azione dalla parte opposta ma Saporetti spreca da pochi metri.

Nella ripresa un Bologna più intraprendente e più offensivo – dentro Tabacchi e Camporese – prova a fare la partita. Più convinzione e più determinazione mettono alle corde il Genoa che rischia di capitolare quando i rossoblù conquistano palla sulla trequarti e si lanciano verso la porta a metà ripresa con il duo Saporetti-Krivicic. In superiorità numerica l’attaccante serve Krivicic dentro l’area ma il piattone dello sloveno è sventato in corner da Sommariva. Gol sbagliato gol subito, vecchia regola che vale anche per le competizioni giovanili. Mentre Camporese è sanguinante fuori (gomito alto di un difensore) il Genoa costruisce l’azione che chiude i conti: palla filtrante di Matarrese per Fassone, botta di sinistro e tre a uno. La partita finisce qui. Appuntamento con la qualificazione rimandato a domenica. Per quanto riguarda i singoli, buona prestazione del terzino destro Tazza (un motorino sulla fascia e costante su entrambi i lati del campo), prova d’ordine per lo sloveno Krivicic che ha dato geometrie e tempi di gioco e anche di Saporetti che ha offerto tanta qualità ma poco cinismo sotto porta. Più in ombra la stellina Souaré, ben controllata dalla difesa avversaria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy