Verdi: “La nazionale azzurra è un sogno, ma ora penso a fare bene con il Bologna”

Verdi: “La nazionale azzurra è un sogno, ma ora penso a fare bene con il Bologna”

Le parole dell’ala rossoblu.

La terza e ultima parte dell’intervista di Verdi a Stadio.

L’esterno rossoblu descrive i suoi numerosi tatuaggi: “Ho un angioletto sul braccio destro, poi un pugnale sul polpaccio sinistro dedicato a un amico che non c’è più. In più ho i nomi e le date di nascita dei miei familiari”.

Nel tempo libero: “Sono un ragazzo semplice, mi piace giocare alla playstation con gli amici. Ma quelli veri sono pochi, li conto sulle dita di una mano. Quando torno a casa c’è la tappa fissa al cinema con mio fratello e mio cugino. Il problema è che mio cugino vede solo film horror e anche a me tocca vedere quelli”.

La nazionale: “La maglia azzurra è un sogno, ma io penso a fare bene con il Bologna: mi interessa solo quello”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy