Torrisi: «Il Bologna si salverà. Nel 2005…»

Torrisi: «Il Bologna si salverà. Nel 2005…»

L’ex difensore ha ripercorso l’amara stagione 2004-05: «Ci addormentammo a undici partite dalla fine, ma quest’anno è diverso…».

Nel 2005 il Bologna retrocedette perdendo lo spareggio col Parma dopo essere stato a lungo in lotta per l’Europa. Quell’anno vestiva la casacca rossoblù l’ex difensore Stefano Torrisi, che ha ripercorso quell’amara stagione sulle pagine de il Resto del Carlino: «A undici partite dalla fine la squadra si addormentò, Mazzone non riuscì più a trovare il bandolo della matassa. Poi venne la ciliegina sulla torta del mio infortunio. M’infortunai ad aprile, saltai cinque partite e rientrai solo per il doppio spareggio col Parma. Oh, magari sarebbe finita allo stesso modo con me sempre in campo: però qualche dubbio me lo tengo».

A Bologna spesso ci si complica la vita da soli. «Il problema è che Bologna è una piazza con una capacità unica di farsi del male con le proprie mani. Puntualmente, a due mesi dalla fine della stagione, emergono situazioni negative che riguardano soprattutto la cornice. C’è un allenatore sotto contratto che fin qui ha fatto bene, ma da un po’ di tempo il problema non è più quello che fa Donadoni, bensì quello che dice. E poi Corvino: ha costruito lui questa squadra, è un po’ il padre-padrone dello spogliatoio. Pensare di metterlo in discussione a stagione ancora in corso non mi è sembrata una grande idea».

Quest’anno però il finale sarà diverso da quello amaro del 2005. «Stavolta il Bologna si salva. In Serie B, oltre al Verona, andrà il Palermo, che mi sembra che ci voglia andare. E una tra Carpi e Frosinone».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy