Toro-Bologna, i migliori e i peggiori

Toro-Bologna, i migliori e i peggiori

Dal ‘gallo’ Belotti a Mirante, da Donadoni a Ventura, ecco il meglio e il peggio di oggi.

I MIGLIORI

ANDREA BELOTTI – Ottima tripletta più il “solito” rigore parato, se no calava il poker. Ha ridicolizzato la retroguardia rossoblu e quest’anno si propone come la nuova punta di riferimento del calcio azzurro.

SAPHIR TAIDER – Pur col fastidio della maschera è ancora una volta il più volitivo ed efficace. Ancora in gol dopo la Coppa Italia, si rende pericoloso anche con un bel sinistro da fuori. E’ probabilmente giunto al top della maturità.

 

ANTONIO MIRANTE – Non sempre impeccabile, però ha evitato un passivo da umiliazione.

 

JOSEF MARTINEZ – Per fortuna di Mihajlovic entra al posto di Ljajic e cambia la partita affossando in velocità chiunque tenti di affrontarlo sulla sua fascia.

 

I PEGGIORI

ROBERTO DONADONI – Inspiegabile il rivolgimento di formazione rispetto alle due prime, vittoriose uscite stagionali: fuori Krejci e Nagy, cambio di fascia per Rizzo (ottimo domenica scorsa sulla destra e dirottato a sinistra), Dzemaili rischiato sui 90 minuti. Per il Mister, evidentemente, squadra che vince si cambia. Poi forse si perdeva lo stesso perché il Torino è apparso più forte e “cattivo”. E poi se i rossoblu (in giallo, mamma mia) si sono sciolti come neve al sole appena caduti in difficoltà, l’allenatore ha le sue colpe.

 

LA DIFESA – Manca Maietta e improvvisamente il castello crolla. Oikonomou pivellino, Gastaldello in affanno, Krafth e Masina regolarmente scavalcati sulle fasce. Un disastro che sinceramente non mi aspettavo.

 

IL MERCATO DEL BOLOGNA – Dobbiamo ripeterlo ancora una volta che ci aspettavamo da subito un’altra punta oltre a Destro? Quanto avrebbe fatto comodo per tentare almeno di recuperare lo svantaggio!

 

GIAMPIERO VENTURA – Ma neanche lui pensa che Mirante sia da Nazionale? E invece Marchetti si??????? Ci dia una spiegazione plausibile, se esiste.

 

IL TIME-OUT IN LAZIO-JUVENTUS – Poverini, avevano tutti tanto caldo e tanta sete…Ma quando mai?! Il vero spirito del calcio si perde sempre più in un mare di assurdità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy