Taider sulla religione: “Non tutti i musulmani sono terroristi”

Taider sulla religione: “Non tutti i musulmani sono terroristi”

Le parole di Saphir Taider al Resto del Carlino sul problema terrorismo

Saphir Taider è cresciuto in Francia, ma suo papà è tunisino e sua madre di origini algerine. Il legame tra Saphir e la madre lo ha spinto a scegliere la Nazionale algerina. Ma per un ragazzo cresciuto in Francia, essere inoltre musulmano, dopo i fatti di Parigi, può diventare un problema: “Dopo il 13 novembre, ogni uomo con la barba che parla arabo viene visto con sospetto – ha affermato Taider al QS – è un problema che riguarda l’opinione pubblica, che ad esempio non parla dei tanti bambini che muoiono sotto le bombe in Palestina”.

Il mediano continua: “Sono musulmano e leggo il Corano, mi insegna il rispetto e non a uccidere. Esattamente come la Bibbia per i cristiani. Un conto sono i terroristi, un altro la religione. I terroristi non li capisco nemmeno io che sono musulmano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy