Salvatori: “Difficile mandare via gli esuberi. Ma arriveranno altri buoni giocatori”

Salvatori: “Difficile mandare via gli esuberi. Ma arriveranno altri buoni giocatori”

Procede a rilento il mercato rossoblù. E’ vero che sono arrivati nuovi giocatori, tuttavia i tifosi a questo punto del mercato si sarebbero aspettati qualcosa in più, soprattutto in attacco. A proposito del mercato del Bologna ha parlato, sulle pagine del Carlino, Fabrizio Salvatori, che è stato il ds del Bologna dal 2006 al 2010 e uno degli artefici della promozione nella stagione 2007-2008. 

Il ds, che è ancora in attesa di una chiamata, ha dichiarato che non ha fretta di ritornare se non in un progetto serio: “Se mi sarà offerto qualcosa di serio, sono pronto a tornare in pista, ma devo ammettere che, vista la sempre minore serietà nel calcio, non è poi così deludente rimanere fuori.” Come è noto il Bologna è ancora un cantiere aperto, e per Rossi non è facile lavorare in queste condizioni. A tal proposito: “La colpa è dovuta quasi ed esclusivamente all’eccessiva durata del calciomercato, che dovrebbe avere come limite massimo il 31 luglio. – ha detto l’ex ds del Bologna – Prendere i giocatori giusti all’inizio costa molto mentre negli ultimi 15 giorni è tutto più semplice”. A proposito di prendere giocatori giusti, ottimi secondo Salvatori gli innesti di Mirante, Rossettini, Brighi, Rizzo, Crisetig, Diawara e Brienza: “Si tratta di un mix di giocatori di esperienza con un ottimo curriculum e di giovani di belle speranze ed in grado di fornire garanzie per il futuro. Portare nomi solo per gli abbonamenti non sempre paga: non bisogna acquistare tanto per fare, ma seguendo una linea precisa.” Sempre abbastanza in stallo al momento la situazione per quanto riguarda il mercato in uscita, che Salvatori motiva così: “Mandare via i giocatori da Bologna è un’impresa difficile perchè a Bologna si sta bene e si ha la certezza di essere pagati.” Infine sulla stagione a venire non si sbilancia in pronostici, tuttavia: “Sono convinto che a Bologna arriveranno buoni giocatori: penso ad esempio che Defrel sarebbe un ottimo profilo per l’attacco. – ha detto Salvatori – Chiudere nella parte sinistra della classifica al primo anno di A rappresenterebbe un eccellente risultato”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy