Rossi e i dubbi di formazione

Rossi e i dubbi di formazione

Partiamo dalle buone notizie, Nenad Krsticic e Angelo Da Costa dovrebbero essere pienamente recuperati per la sfida di domani sera al Partenio di Avellino. Il portiere ha smaltito l’influenza e dovrebbe riprendersi il posto tra i pali, il serbo convive con qualche acciacco al ginocchio e si giocherà il posto con Laribi. Su questo Rossi valuterà attentamente le condizioni di Krsticic anche in vista della sfida ravvicinata di martedì. Per il resto la formazione che si è vista contro il Lanciano dovrebbe essere quasi in toto confermata. Pochi dubbi in difesa dove giocheranno Maietta e Oikonomou centrali, sorretti da Masina a sinistra ed Mbaye (in vantaggio sul rientrante Ceccarelli) a destra. Linea mediana altrettanto certa con Matuzalem in regia affiancato dal solido rendimento di Casarini e Buchel. Unici dubbi sul fronte offensivo. In attesa che Delio Rossi sbrogli qualche incertezza in conferenza stampa, le soluzioni provate durante questa settimana sono state almeno tre. La prima è la classica con un trequartista alle spalle della coppia Mancosu-Sansone, la seconda presenta una variazione nel ruolo di prima punta con Acquafresca al posto dell’ex Trapani, mentre la meno probabile (ma super offensiva) è quella rappresentata da un tridente di attaccanti senza l’utilizzo di un trequartista puro. Difficile però che Delio Rossi in una gara così delicata decida di sbilanciare la squadra tentando la carta Mancosu-Sansone-Acquafresca assieme. Più probabile dunque un classico 4-3-1-2 con l’unico ballottaggio tra Robert Acquafresca e Matteo Mancosu nel ruolo di prima punta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy