Roma-Bologna: sul piatto la Champions e la salvezza

Roma-Bologna: sul piatto la Champions e la salvezza

Entrambe le squadre a caccia di punti fondamentali per coronare i propri obiettivi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic da oggi pomeriggio ha ricominciato ad allenare i suoi calciatori in vista della delicata sfida di lunedì prossimo (alle ore 20.30) all’Olimpico contro la Roma di Eusebio Di Francesco.

Vista la precaria situazione di classifica della compagine rossoblù, i ragazzi guidati dal tecnico serbo dovranno essere bravi, ma soprattutto molto attenti, nel cercare in tutti i modi di arginare le scorribande offensive di una Roma che, dopo la vittoria in Champions League contro il Porto, ha trovato in Niccolò Zaniolo il faro dell’attacco giallorosso, ossia colui che da solo (come abbiamo visto) può decidere un match (anche in Europa).

Eusebio Di Francesco (ma anche il Ct della Nazionale italiana Roberto Mancini) si sta già leccando i baffi – il ragazzo sarà il nuovo Francesco Totti? Chissà – sapendo di poter contare tra le proprie fila di un nuovo astro nascente del calcio europeo, mentre Sinisa Mihajlovic dovrà provare a capire con cognizione di causa, con quali difensori scendere in campo lunedì sera all’Olimico, poichè la Roma, oltre al citato Niccolò Zaniolo, nel proprio arco ha la fortuna di possedere numerose temibili frecce come Edin Dzeko, El Shaarawy, Kluivert e il nazionale argentino Xavier Pastore (anche se quest’anno non sta giocando troppo bene).

Secondo l’illustre sito di giochi da casinò on line NetBet, il Bologna è dato a 6,90 in caso di vittoria all’Olimpico, mentre una vittoria giallorossa è data a 1,43: il pareggio, sempre secondo la sezione scommesse.netbet.it, è dato a 4,60.

Come si evince da questi dati provenienti dal sito di giochi online NetBet, per la band emiliana non sarà assolutamente una passeggiata provare a spuntarla contro la Roma, anche se Sinisa Mihajlovic, in cuor suo, proverà in tutti i modi di bissare il meraviglioso exploit di San Siro (sponda Inter) di appena dieci giorni fa, che ha di fatto scacciato antiche paure dalla testa dei giocatori del Bologna.

Dopo la vittoria contro i nerazzurri (verificatasi praticamente all’indomani dell’esonero di Filippo Inzaghi) ed il pareggio interno contro il Genoa dell’ex CT Cesare Prandelli, il mondo del Bologna si è completamente ribaltato. Avendo agganciato l’Empoli in classifica a quota 18 punti, la salvezza non pare più quel sogno impossibile di qualche settimana fa: il Bologna è in piena corsa e si può fare.

Dopo la difficile trasferta di Roma ed il successivo impegno casalingo (domenica 24 dicembre ore 15) contro la corazzata Juventus del marziano Cristiano Ronaldo, si potranno trarre alcuni giudizi sulla forza mentale dei rossoblù. Da un lato è anche vero che non sono di certo queste le partite da vincere, ma a sole 15 giornate dalle fine del campionato di Serie A, ogni punto guadagnato con le unghie e con i denti e sarà fondamentale per la permanenza in Serie A di un club storico e glorioso come il Bologna Fc.

Per il tecnico rossoblù, da oggi fino a lunedì sera ci saranno alcuni nodi da sciogliere soprattutto nel reparto d’ attacco. Riccardo Orsolini e Rodrigo Palacio non faranno parte della truppa che si sposterà a Roma, causa infortunio per il primo e squalifica per il secondo. Il serbo Sinisa Mihajlovic, da parte sua, e grazie ad un’ottima intuizione, è riuscito nella complicata impresa di rigenerare un calciatore finito ultimamente ai margini del rettangolo di gioco (e non solo) come Mattia Destro (andato in gol l’ultima giornata di campionato). Il ballottaggio per una maglia da titolare, come punta centrale, sarà dunque fra lo stesso Mattia Destro ed il recuperato (fisicamente) Federico Santander (autore del gol vittoria contro l’Inter). Mentre per quanto riguarda il resto del tridente offensivo, i due nuovi acquisti di gennaio Simone Edera e Nicola Sansone molto probabilmente partiranno dal primo minuto di gioco.

Per quanto riguarda invece la linea mediana di centrocampo non ci sono dubbi: Andrea Poli, Roberto Soriano ed Erik Pulgar saranno i titolarissimi (molto bene nelle ultime due partite). Infine, per quanto concerne la difesa (a quattro) che verrà schierata da Miha sul terreno di gioco dell’Olimpico, considerata l’assenza del brasiliano Lyanco (ottimo esordio per lui a Milano), Giancarlo Gonzalez e Danilo formeranno i due centrali, mentre sulle fasce Calabresi contenderà una maglia da titolare ad Mbaye, mentre l’olandese Mitchell Dijks partirà dal primo minuto sulla corsia di sinistra.

La Roma, nonostante abbia giocato appena un giorno fa contro il Porto, per lunedì prossimo avrà certamente caricato le batterie necessarie per provare in tutti i modi a portare a casa senza troppi patemi la pratica Bologna, per mantenersi ancora aggrappata alla zona Champions League, in questo momento distante solamente un punto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy